Amianto, Virzì (Ugl): "Politica sempre timida su problemi importanti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"I dati snocciolati da Ezio Bonanni, presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, in occasione del convegno di stamani sono a dir poco agghiaccianti, 600 decessi per patologie legate all’amianto nel 2017, dice tutto, è un dato che deve farci riflettere profondamente”. Così ha dichiarato a margine del convegno di stamani, presso la sala gialla di Palazzo de Normanni, “Amianto, tutti insieme per fermare la strage”, con la relativa presentazione dei dati del libro delle morti bianche in Sicilia, anticipata da una partecipata conferenza, il Portavoce dell’Ugl Sicilia, Filippo Virzì. “La nostra regione – spiega Virzì – è stata per tantissimi anni terra di conquista da parte di alcuni imprenditori, i quali hanno impiantato le loro attività ad altissimo rischio salute nell’isola, con effetti nefasti sui lavoratori per patologie legate all’amianto”. “Mi sento – conclude Virzì – di fare un encomio per l’operato dell’Osservatorio Nazionale Amianto, ed un appunto alla politica regionale sempre timida e poco partecipe al cospetto di un così grave problema, in compenso la sensibilità dimostrata da parte dei mass media, presenti con numerosissimi giornalisti, ha fatto la differenza, grazie al loro operato di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e della classe politica stessa”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento