Mercato immobiliare in crescita, a Palermo oltre 8 mila compravendite: +4,7%

La quotazione media della città si attesta a 1.243 euro a metro quadrato, con un calo dell’1,2% rispetto al 2016. La macroarea più apprezzata resta la Libertà-Politeama, seguita dalla Notarbartolo-Giotto-Strasburgo-Da Vinci e dalla Fascia costiera Nord

Foto di Massimiliano Serrago

Il mercato immobiliare siciliano è in crescita, con le compravendite che toccano quota 34.234, segnando un aumento del 4,5% rispetto all’anno scorso. Stesso trend per la provincia di Palermo, con un aumento del 4,7% delle compravendite (oltre 8 mila totali). I dati si riferiscono al 2017 e sono stati resi noti dalla direzione regionale dell'Agenzia delle Entrate. Scendono leggermente le quotazioni, sia per gli immobili situati nei capoluoghi (valore medio di 1.153 euro/m2), sia per le abitazioni in provincia (valore medio di 774 euro/m2). Sono questi i principali dati emersi dalle statistiche regionali dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare riferite all’anno 2017, pubblicate lo scorso 1° giugno.

Tutti i dati suddivisi per provincia

Compravendite

In testa per numero di transazioni si posizionano le province di Palermo (8.732) e Catania (7.678), seguite da Messina (4.358), Siracusa (2.995) e Trapani (2.845) che, nel 2017, sorpassa Agrigento (2.722), Ragusa (2.236), Caltanissetta (1.711) e, infine, Enna (955). Rispetto al 2016, le province che registrano il maggiore incremento di compravendite sono Trapani (+11,5%), Enna (+9,8%), Ragusa (+7,7%) e Siracusa (+6,9%). La variazione annua per le province di Palermo (+4,7%) e Catania (+4,9%) è, invece, poco sopra la media regionale. Restano pressoché invariate le transazioni nella provincia di Messina (+0,2%), Agrigento (-0,1%) e Caltanissetta (-1,0%). I volumi di compravendita del 2017, sebbene confermino una moderata ripresa del mercato, iniziata a partire dal 2014, sono ancora distanti dai livelli che avevano caratterizzato il periodo pre-crisi e, in particolare, dai valori registrati nel biennio 2005-2006.

Focus su Palermo

Quasi l’82% delle compravendite della provincia si concentra nel capoluogo (5.109), con un aumento del 7,9% rispetto al 2016, e nei comuni della fascia costiera. La quotazione media della città è di 1.243 €/m2 con un calo dell’1,2% rispetto all’anno precedente. In particolare, la macroarea più apprezzata resta la “Libertà, Politeama, S. Francesco, Carella” (prezzo medio 1.738 €/m2), seguita dalla “Notarbartolo, Giotto, Strasburgo, Da Vinci” (prezzo medio 1.603 €/m2) e dalla “Fascia costiera Nord” (prezzo medio 1.551 €/m2). Le variazioni delle quotazioni nelle macroaree palermitane sono tutte negative rispetto all’anno precedente.

Superficie

La dimensione media per unità abitativa compravenduta nei capoluoghi siciliani è pari a 105,7 m2, in lieve calo (-1,0 m2) rispetto all’anno 2016; anche a livello provinciale, il dato è in moderata decrescita (-0,5 m2) pari a 107,1 m2. Con riguardo alle classi dimensionali, le abitazioni più vendute sono quelle di consistenza da 85 m2 fino a 115 m2 sia per le provincie che per i capoluoghi.

Quotazioni

Il valore di mercato delle abitazioni a livello regionale presenta variazioni in diminuzione rispetto all’annualità precedente. Nelle città capoluogo si rileva un valore medio pari a 1.153 €/m2, in calo dell’1,7% rispetto al valore 2016. La tendenza è più marcata per le città di Enna (-7,3%), Caltanissetta (-6,3%) e Trapani (-3,4%). I prezzi delle abitazioni nei capoluoghi sono superiori alla media regionale a Messina, Enna, Palermo e Catania. Fanalino di coda è la città di Caltanissetta.

Nei comuni in provincia le quotazioni sono sensibilmente più basse rispetto a quelle dei capoluoghi, con le province di Messina, Trapani, Catania e Ragusa che mostrano valori più alti della media (774 €/m2). Caltanissetta conferma, anche nel resto della provincia, la quotazione media più bassa (547 €/m2).

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

  • Sognando la villa con piscina a Mondello, costi e tempi per averne una in giardino

I più letti della settimana

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Incidente sulla Palermo-Sciacca, frontale fra due furgoni: grave un quarantenne

  • Turista denuncia sera da incubo alla Vucciria: "Trascinata in auto e palpeggiata"

  • Cantante neomelodico oltraggia Falcone e Borsellino su Rai2: scatta indagine interna

Torna su
PalermoToday è in caricamento