Il Tar accoglie il ricorso, sospesa la ztl a Palermo

I giudici accolgono l'istanza di cittadini e associazioni. Il provvedimento sarà discusso nel merito il 9 novembre. Il Comune potrà impugnare la decisione davanti al Cga. La soddisfazione di Nadia Spallitta: "Confermati i dubbi sulla legittimità degli atti"

Il Tar accoglie l’istanza cautelare e sospende le Ztl. I giudici Giovanni Tulumello, Aurora Lento e Lucia Maria Brancatelli hanno accolto la richiesta di sospensiva del provvedimento avanzata da un gruppo di cittadini e associazioni. Il provvedimento sarà discusso nel merito il prossimo 9 novembre. Il Comune potrà poi impugnare la decisione definitiva del Tar davanti al Cga.

"Sono soddisfatta per la decisione del tribunale che conferma i dubbi sulla legittimità degli atti che ho sempre manifestato all’interno del Consiglio - afferma il consigliere comunale del Pd Nadia Spallitta - e che ho altresì espresso apportando il mio personale contributo tecnico-giuridico alla redazione dello stesso ricorso, presentato da cittadini e associazioni. Questo risultato è indubbiamente il prodotto di un lavoro di squadra e di grande sinergia con gli avvocati Dagnino e Scimone ai quali va la mia stima. Ugualmente importante è stato l’intervento delle associazioni “Bispensiero”, “VivoCivile” e “AD&T”. Ritengo - conclude la Spallitta (nella foto in basso a destra) - che il cambiamento di cui Palermo ha bisogno debba passare, per essere effettivo, dal rigoroso rispetto delle regole e delle procedure che nella fattispecie, evidentemente, sono state disattesa”.

"In attesa che la rituale pubblicazione e comunicazione ai legali del Comune permetta di leggere le motivazioni dell'odierno provvedimento del Tar - afferma in una nota Orlando - non possiamo che confermare che resta immutata la volontà politica dell'Amministrazione comunale di portare avanti interventi e provvedimenti per la mobilità sostenibile e la vibilità di Palermo, attraverso il miglioramento del servizio pubblico e la lotta all'inquinamento con tutti gli strumenti possibili".

LEGGI ANCHE: LE MOTIVAZIONI DELLA SENTENZA

Gli avvocati dei ricorrenti e Salvatore Raimondi, che difende l'Amat, stamattina hanno dato vita a un lungo dibattito davanti alla Corte. La discussione principale si è avuta sui livelli dello smog. Dagnino ha contestato l'inutilità della Ztl per contrastare l'inquinamento perchè "l'unica centralina dentro al perimetro non ha rilevato livelli di polveri sottili allarmanti e tutti gli sforamenti si sono registrati nelle centraline esterne alla Ztl". Mentre il Comune ha fatto presente ai giudici come la Ztl - insieme con tram, car e bike sharing - servirebbe a migliorare la vivibilità in tutta la città

I giudici hanno quindi accolto le motivazioni dei ricorrenti. La ztl resta sospesa almeno fino al 6 novembre. Uno schiaffo per il sindaco Leoluca Orlando e per l'assessore al Traffico Giusto Catania, che adesso dovranno sperare che il Tar non annulli tutto fra otto mesi. Quali sono gli scenari futuri? Intanto nell'immediato l’Amministrazione dovrà affrontare la grana dei rimborsi: vanno infatti restituiti i soldi ai 25 mila che hanno già pagato: si farà subito o si aspetterà la sentenza del 6 novembre? Poi il sindaco Leoluca Orlando, insieme alla Giunta, dovrà cercare di capire dove reperire i fondi per "mantenere" il tram. Visto che le entrate della ztl (circa 30 milioni di euro) erano state pensate principalmente per coprire la gestione del servizio.

nadia spallitta-2-3Lo scorso 30 marzo il sindaco Leoluca Orlando, insieme alla Giunta, ha scelto di prorogare l'inizio delle zone a traffico limitato - inizialmente previsto per il primo aprile - di 15 giorni. Alla base della decisone - oltre l'accoglimento dell'istanza di sospensione da parte del Tar - anche il caos sulla vendita dei permessi. Agli sportelli persone in coda e il sistema online è andato in tilt più di una volta. Chi ha tentato di acquistare il permesso online non ha potuto contare sul sistema di pagamento con carte di credito, che non è mai partito per un problema di accordi tra Sispi e le Poste.

Il Sindaco intanto ha convocato per domenica prossima un meeting del Mov 139 a Terrasini. A città del mare assessori, consiglieri comunali e i presidenti delle partecipate metteranno a punto un piano in vista delle comunali 2017. Ma il primo punto all’ordine del giorno sarà proprio la Ztl.

LE REAZIONI
FIGUCCIA: "ORLANDO E CATANIA SI DIMETTANO"
SCOMA: "ORLANDO RESTITUISCA SOLDI AI CITTADINI"
CARACAUSI: "ORLANDO RIFERISCA IN AULA"
DI DIO (CONFCOMMERCIO): "SOLLIEVO PER ECONOMIA CITTA'"
ALOTTA: "COMUNE INCAPACE"
LA COLLA: "IL PD AVEVA RAGIONE..."
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • Omicidio di Ana Maria, parla l'ex compagno: "Mi ha detto che aspettava un figlio da me"

  • Poliziotti si fingono inquilini e scovano super latitante in casa: arrestato Pietro Luisi

  • Incidente a Partinico, perde il controllo dello scooter e cade: morto 21enne

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

Torna su
PalermoToday è in caricamento