Ztl, fiume di polemiche: "Costituzione violata, Palermo caso unico in Europa"

Dito puntato contro Orlando che ha dato il via alla "rivoluzione" del traffico. Di Dio, presidente Confcommercio: "Il provvedimento danneggia le attività in centro e privilegia le periferie"

C'è chi tira in ballo la Costituzione, chi invece parla di desertificazione commerciale del centro storico a vantaggio delle perieferie. L'argomento Ztl torna a essere l'argomento più caldo del momento. E' una vera e propria rivoluzione quella annunciata da Leoluca Orlando, con la cancellazione della fascia oraria libera dalle 14,30 alle 15,30, e l'introduzione del pass giornaliero al costo di 5 euro. “Il provvedimento sulla Ztl - tuona Patrizia Di Dio, presidente Confcommercio Palermo - causerà conseguenze negative sulle attività commerciali che ricadono all’interno del perimetro. Questa chiusura non viene assolutamente incontro alle esigenze dei commercianti palermitani, una categoria che ha già pagato a caro prezzo la crisi che viviamo da tempo".

"Da quello che si evince dalla proposta dell’amministrazione comunale – prosegue Di Dio - sarà impossibile per decine di migliaia di cittadini transitare all’interno della Ztl, pertanto verranno privilegiati soltanto i grandi centri commerciali che si trovano nelle periferie e fuori città. I cittadini-consumatori preferiranno spostarsi nei centri commerciali piuttosto che andare a fare shopping in centro città dovendo pagare il pass giornaliero di 5 euro. Palermo diventerà un caso unico in Europa per rapporto tra città ed estensione della Ztl. Ci auguriamo – conclude Patrizia Di Dio - che le sentenze dei giudici, tra l’altro in linea con le nostre proposte, possano essere tenute in considerazione per i provvedimenti da adottare”.

Duro anche il commento di Angelo Figuccia, consigliere comunale di Forza Italia: "La nuova Ztl viola due intoccabili principi costituzionali, quello della mobilità e della non distinzione per censo. La Costituzione Italiana, la migliore al mondo, garantisce a tutti i cittadini, tra gli altri, l’inviolabile diritto di poter circolare liberamente su tutto il territorio italiano, ma la Ztl orlandiana questo diritto non lo rispetta, anzi trasforma il centro storico di Palermo in una sorta di zona privilegiata dove si potrà entrare soltanto pagando fior di quattrini; e, a questo proposito, la stessa ordinanza del sindaco fa una netta distinzione tra ricchi e poveri, con i primi che, grazie ai propri soldi, possono circolare liberamente perché si possono permettere moderne costose automobili, mentre i meno ambienti, spesso costretti ad utilizzare auto più vecchie, dovranno accontentarsi di entrare nella Ztl a piedi o, al massimo, ad utilizzare i disastrati mezzi pubblici dell’Amat, perennemente in ritardo e che circolano con orari ballerini. Insomma, sembra proprio che Orlando ma soprattutto il suo assessore Catania, nonostante quest’ultimo continui a professarsi orgogliosamente rifondatore comunista, facciano di tutto per mettere paletti e distinzioni tra i cittadini palermitani, invece di abbattere le barriere che ancora separano i vari ceti sociali. Ecco perché questa nuova versione della Ztl dimostra ancora una volta e sempre più chiaramente che è soltanto ed esclusivamente un modo per introdurre l’ennesima pesante tassa sui palermitani, come se non bastassero già tutti i balzelli che quotidianamente siamo chiamati a pagare”.

Così il capogruppo Fi Giulio Tantillo: "Si rischia un ulteriore pasticcio: i non residenti pagheranno 5 euro al giorno e cioè mediamente ben più di 100 euro l'anno, il che non sarebbe giusto. Proporremo di far pagare i non residenti solo per la Ztl 1, per il resto non vanno penalizzati. Inoltre la Ztl va ristretta fino a piazza Croci. L'attenzione al sociale deve essere ben altra e venerdì, con le opposizioni, formuleremo le nostre proposte. Per noi è prioritario l'aggiornamento del Pgtu, ben prima dell'entrata in vigore della Ztl". Per Nadia Spallitta, vice presidente del Consiglio comunale, "la revoca del precedente provvedimento amministrativo è un fatto positivo, ma è l’unico aspetto positivo di questa vicenda"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento