Zona via Maqueda, giovanissimi assaltano market: "Titolare rapinato e colpito con una testata"

Arrestato un 21enne pregiudicato della Zisa, caccia a tre ragazzi più piccoli. La vittima è un bengalese. La polizia: "A scatenare la violenza della banda è stata la richiesta del commerciante di esibire le carte d'identità"

Per la polizia è responsabile del "reato di rapina aggravata in concorso con altre tre persone, ancora ignote". Un ragazzo di 21 anni della Zisa - con precedenti - è finito in manette dopo l'aggressione ai danni di un commerciante bengalese nella zona di via Maqueda. I fatti sono avvenuti nella notte tra sabato e domenica. La polizia era intervenuta all’interno di un minimarket gestito da un bengalese, dove era stata segnalata un’aggressione.

"Pochi minuti prima, come hanno appreso gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, era appena stata consumata una rapina, dai connotati anche abbastanza violenti nei confronti del titolare del market - dicono dalla questura -. L’uomo, uno straniero del Bangladesh che ha un regolare soggiorno nel territorio nazionale, aveva notato quattro persone (tre di questi particolarmente giovani) confalbulare davanti al suo locale. Quando i tre giovanissimi si sono presentati alla cassa con l’intenzione di pagare delle birre, il titolare ha chiesto ai clienti di esibire le carte di identità, ricordando loro di non potere somministrare alcolici a minorenni".

Dalla polizia aggiungono: "E’ stato a quel punto che il più grande della banda, il 21enne della Zisa, si è ricongiunto ai tre e avrebbe riferito al bengalese di “garantire lui per loro”. Il netto rifiuto opposto dall’esercente a consegnare le birre, sarebbe stato il pretesto per scatenare la violenza nei suoi confronti".

Come spiegano dalla questura il palermitano residente alla Zisa avrebbe sferrato una violenta testata allo zigomo dello straniero ed i complici ne avrebbero approfittato per frugargli addosso e sottrargli l’incasso della serata, circa 300 euro. "Approfittando della baraonda - spiegano dalla polizia - i tre rapinatori minorenni sarebbero riusciti ad allontanarsi indisturbati, mentre il più grande non avrebbe guadagnato per tempo l’uscita del locale, venendo bloccato dagli agenti giunti nel frattempo sul posto". Il 21enne è stato tratto in arresto dai poliziotti mentre indagini sono in corso per risalire alle identità dei complici.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (21)

  • Un plauso al bengalese, forse l'unico a far rispettare il divieto a Palermo. Prendete i farabutti e pubblicate i volti.

  • Una testata! Poveretto, gli hanno fatto l'anchiummata, nemmeno se l'aspettava, a tradimento.

  • Le quotazioni dei criminali sono in funzione del loro palmarès: più crimini hai commesso in una scala di tipologie di valori, più valore acquisti nell'ambiente malavitoso. Una cosa fittizia di qui questo fango è schifosamente orgogliosa.

  • Ma nome, o iniziali o foto di chi anno preso?

    • Duemiladiciannove

  • Adesso il bengalese dovrà stare col patema d'animo di una probabile ritorsione di questi cani di mannara fino a che sarà costretto a chiudere o cedere bottega per disfizziamento.

  • Aiutiamoli a casa lor... ah no

  • Avatar anonimo di 800a
    800a

    Nessuna paura...sono solo piscialetti...bravo.  

  • Il problema resterà sempre lo stesso: una volta presi, non subiranno conseguenze serie. Anzi. I minorenni risulteranno pregiudicati, e questo, in un certo ambiente, farà loro onore; come probabilmente è avvenuto per il ventunenne che, pregiudicato, si è posto come riferimento nei loro confronti. D'altra parte, il povero bengalese che si è comportato in maniera civile e ligia, non potrà fare a meno di pensare: "Ma chi me l'ha fatto fare?" e la prossima volta darà le birre ad un neonato senza fiatare. E così abbiamo assistito al completo sovvertimento dei valori: l'onesto penalizzato, i delinquenti premiati, ed un peggioramento per la società. Ma come si può progredire, così?

    • No, lui continuerà a rispettare presumibilmente la buona condotta. Non è palermitano.

    • Esatto ...progresso zero ..ma come si fà ad educare questi animali con metodi garantisti democratici e civili? Impossibile quindi rassegniamoci all estinzione delle persone civili educate e rispettosi delle leggi

  • Avatar anonimo di colesterolo
    colesterolo

    pensa che risate se le nazionalità fossero state al contrario...

  • E sai che piacere gli hanno fatto arrestandolo. Forse cercava proprio questo per avere un'altra medaglia sul palmarès. Comunque gli altri tre sono sulla buona strada puntando bersagli facili e deboli, magari abusivi.

  • ollando ...questa è la bella movida che hai creato ...comunisti col rolex

  • Avatar anonimo di ninom
    ninom

    il cittadino non e' tutelato  o si fa come in america che chiunque porta addosso un arma x difenderci o ci vogliono gli  squadroni  e le ronde bisogna estirpare questo ceppo di gentaglia  se non si puo' eliminarla espurla dalla citta' o gettarla nei contenitori   nelle discariche  almeno bisogna renderli  inoffensivi

    • Espellere---->Espeller-la

    • Avatar anonimo di progressista
      progressista

      Espurla...?

      • Espulla.

  • E ora applaudiamo alla normalità. Perché il senso del dovere del bengalese dovrebbe essere la normalità per tutti gli esercenti. Ma credo che pochissimi rinunciano ad un incasso facile e preferiscono non avere grattacapi.

    • certo ottima iniziativa però il bengalese ti Vende birra Ceres a1,50 invece l'italiano. 2,50/3,00 certo. che ci deve eseree un rapporto Qualità Prezzo molto competitivo

  • Troppa prepotenza regna in città... certa gente si sente la padrona di sta gran ceppa di minchia e si arroga il diritto di aggredire anche per pochi spiccioli... indegni proprio come quelli che aggrediscono i clochard...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio a Pagliarelli, un sms sul cellulare per attirare Manzella nella trappola

  • Mafia

    Il tesoriere di Totò Riina ora è libero: Vito Palazzolo affidato in prova ai servizi sociali

  • Incidenti stradali

    Ci risiamo, incidente in via Roma: un altro pedone investito, è grave

  • Cronaca

    Ha investito e ucciso un uomo in via Roma, ventenne ai domiciliari per due mesi

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento