Zen, militare aggredito da due pitbull mentre fa jogging: 60 punti di sutura a una gamba

E' accaduto in via Sandro Pertini. L'uomo, in servizio alla capitaneria di porto di Palermo, è stato soccorso e portato a Villa Sofia. I familiari: "Abbiamo chiamato canile e vigili ma non c'è stato alcun intervento. I cani sono ancora lì, questa volta in un recinto"

Via Sandro Pertini (foto Google street view)

Aggredito da due pitbull mentre fa jogging allo Zen. E’ accaduto ieri pomeriggio mentre un militare della capitaneria di porto di Palermo si stava allenando in via Sandro Pertini. L’uomo, rimasto ferito a una gamba, è stato portato con un’ambulanza del 118 al pronto soccorso di Villa Sofia dove gli sono stati dati 60 punti di sutura a una gamba, nella zona del polpaccio.

Durante l’attacco l’uomo è caduto a terra ed è riuscito a liberarsi dalla morsa dei cani solo dopo interminabili secondi di sofferenza. Per chiedere l’intervento dei sanitari e delle forze dell’ordine familiari del militare hanno telefonato al numero unico d’emergenza 112: “Ci è stato detto di contattare il canile e la polizia municipale, ma stamattina i cani erano ancora lì, stavolta dentro un recinto”.

In mancanza di verifiche veterinarie, il paziente dovrà essere sottoposto a profilassi antirabbica. “Avere questa informazione - sottolineano i familiari della vittima dell’aggressione - con la rapidità necessaria è fondamentale per l’adozione del corretto protocollo sanitario. La somministrazione dei farmaci deve avvenire entro 24 ore ma finora nessuno si è mosso”.

A distanza di ore il Comune fa però sapere che "il personale del canile e i vigili urbani sono intervenuti sul posto, ma hanno trovato i cani dentro un recinto. In assenza di un decreto da parte del giudice, e constatato il fatto che non c'erano pericoli imminenti, non è stato possibile effettuare il prelievo dei due animali. I vigili hanno comunque segnalato l'aggressione subita dal militare all'autorità giudiziaria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

Torna su
PalermoToday è in caricamento