Zen, nasce nuovo giardino grazie (anche) agli abitanti: "Ecco il vero volto del quartiere"

Arriva Manifesta. Volontari in azione per far nascere l'installazione di Gilles Clement, il maestro del "giardino planetario", in via Primo Carnera

Arriva Manifesta. Anche allo Zen. Nasce un nuovo giardino in via Primo Carnera. Si tratta dell'iniziativa che vede tra i protagonisti il Collettivo Coloco. Anche gli abitanti dello Zen (famiglie e bambini) in azione per far nascere l'installazione di Gilles Clement, il maestro del "giardino planetario". Uno spazio nato al posto di un'area ormai abbandonata.

"Ecco, quando ci chiediamo che cosa può fare l’arte per la collettività la risposta è questa - dicono i volontari - ovvero innescare una nuova visione del mondo, per esempio attraverso la partecipazione dei bambini impegnati a riprendersi un pezzetto di terra da coltivare nel tempo, una cosa bella, da amare e curare, che li leghi al posto in cui vivono. Il lavoro indefesso e quotidiano degli operatori (come l’instancabile Mariangela Di Gangi) permette che un progetto artistico diventi una buona pratica nella vita di una comunità. Il giardino nuovo dello Zen ha preso il posto di un luogo abbandonato e sporco. Bravissimi i curatori di Manifesta12 e tutto il team, per avere scelto gli artisti e i progetti di questa edizione di Palermo. Il nuovo giardino darà i suoi frutti maturi nel tempo". Ovvero fichi ulivi, melograni e tanti altri alberi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Belmonte, Bmw finisce fuori strada e prende fuoco: morti due ragazzi

  • Via Maqueda, colpito alla testa mentre passeggia: grave 33enne

  • Rovigo, palermitano strangola e uccide la moglie di 23 anni

  • Il duplice omicidio allo Zen, veglia notturna non autorizzata ai Rotoli: familiari allontanati

  • Mafia, sequestrato tesoro del boss Salerno: ci sono anche tabaccheria e focacceria

  • Pallavicino, prof rimprovera alunna: la mamma si fionda a scuola e lo schiaffeggia

Torna su
PalermoToday è in caricamento