La vacanza da incubo di una studentessa: "Violentata in discoteca a Palermo"

La vittima una ventenne di Vicenza arrivata in città a far visita al fratello che da qualche tempo vive e lavora in Sicilia. Un ragazzo l'avrebbe avvicinata e convinta a uscire fuori dal locale con la scusa di una sigaretta. Poi in pochi minuti si sarebbe consumata la violenza

Studentessa vicentina violentata in discoteca a Palermo. A denunciare la storia che sarebbe avvenuta ai primi di maggio in un locale alle porte della città è stata una ventenne arrivata per qualche giorno in Sicilia a fare visita al fratello che da qualche tempo vive e lavora in città. Solo recentemente, dopo essere tornata dalla sua famiglia e dopo una visita in ospedale, avrebbe trovato il coraggio di raccontare l’accaduto per dare un nome e un volto al giovane che avrebbe abusato di lei.

A ricostruire la storia Il Giornale di Vicenza. La giovane studentessa universitaria si era presa qualche giorno di riposo. Una pausa in vista degli esami. Ha comprato un biglietto aereo e ha viaggiato da sola per raggiungere il capoluogo siciliano. Ad ospitarla proprio il fratello che una sera, durante la sua permanenza, ha invitato la sorella a uscire con lui e qualche amico per andare in discoteca. Arrivati nel locale si sarebbero divertiti tra un cocktail e un ballo in pista. Poi la ragazza si sarebbe seduta su un divanetto, quindi si sarebbe avvicinato un ragazzo.

Lui, dell’età apparente di circa 30 anni, avrebbe chiesto all’universitaria se avesse un accendino e le avrebbe anche offerto una sigaretta: “Andiamo fuori?” . Lei, non immaginando ciò che sarebbe potuto succedere, ha accettato l’invito e lo ha seguito. Pochi secondi dopo, lì fuori, si sarebbe consumata la violenza sessuale. Approfittando del buio e del rumore assordante che proveniva dalla discoteca l’avrebbe colta alla sprovvista e avrebbe abusato di lei per qualche minuto. Inutile qualsiasi tentativo di opporre resistenza.

L’aggressore poco dopo sarebbe scappato lasciando la sua vittima per terra, da sola e in lacrime. Nessuno si sarebbe accorto dell’accaduto né tantomeno il fratello e gli amici avrebbero notato la sua assenza. La ragazza a quel punto sarebbe rientrata in discoteca, cercando disperatamente il fratello per raccontargli l’incubo appena vissuto. Poi la tappa in ospedale dove i medici avrebbero trovato tracce compatibili con una violenza sessuale. Dopo la presentazione della denunce gli investigatori hanno avviato le indagini per cercare di risalire all’identità dello stupratore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento