Bengalesi fermati per violenza sessuale, Salvini: "Subito legge per la castrazione chimica"

Il ministro dell'Interno e vicepremier commenta su Twitter quanto accaduto in centro storico a Palermo una settimana fa dove una studentessa è stata pedinata e aggredita. Nei cellulari, sequestrati ai due giovani, gli inquirenti hanno trovato i video dello stupro

"Schifosi. La Legge che introduce la castrazione chimica per pedofili e stupratori deve essere discussa e approvata. Punto". Lo scrive su Twitter il ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini commentando l'articolo di PalermoToday che riporta quanto accaduto a una studentessa in centro, a Palermo, lo scorso 4 luglio: la ragazza è stata prima pedinata e poi violentata da due giovani sotto casa.

Ieri la polizia ha fermato due cittadini bengalesi. di 21 anni e di 19 anni. Nei loro cellulari, sequestrati insieme ai vestiti che indossavano, gli inquirenti hanno trovato i video dello stupro.

Studentessa violentata sotto casa: fermati due bengalesi

Studentessa violentata sotto casa, telecamera riprende i due aggressori | VIDEO

matteo salvini tweet-2

Potrebbe interessarti

  • Igiene in casa, ogni quanto si devono cambiare (davvero) lenzuola e asciugamani

  • Api, vespe e calabroni non si uccidono ma si allontanano: ecco i rimedi naturali

  • Bonus casa a chi ristruttura, detrazioni fiscali per l'acquisto di mobili e condizionatori

  • Come conservare il cibo, ecco i 10 alimenti che vanno tenuti (sempre) fuori dal frigorifero

I più letti della settimana

  • San Vito Lo Capo, ragazzo monrealese di 20 anni cade dagli scogli e muore

  • Via D'Amelio, incontro in Questura: arriva Gigi D'Alessio e Fiammetta Borsellino va via

  • Medaglie d'Oro, "trasmetteva" Sky (quasi) gratis: nella stanza da letto 57 decoder e 187 mila euro

  • Prima il malore in casa, poi l'incidente in auto durante la corsa in ospedale: morto 51enne

  • Lo Stato mette in (s)vendita i suoi tesori: ci sono 36 case in viale del Fante

  • Tredicenne morto sulla Palermo-Mazara, padre positivo alle analisi: aveva cocaina in tasca

Torna su
PalermoToday è in caricamento