Morto folgorato in piazza Ingastone, polizia arresta titolare polleria: "Allaccio abusivo"

La tragedia avvenuta alla Zisa, 44enne in manette per omicidio colposo. Gli agenti sono intervenuti poco dopo il decesso di Vincenzo Ferrigno, 27 anni, che stava effettuando le pulizie in chiusura di giornata

Vincenzo Ferrigno

Omicidio colposo e furto di energia elettrica. Con questa doppia accusa la polizia ha arrestato il titolare della polleria di piazza Ingastone in cui ieri sera è morto un ragazzo di 27 anni, Vincenzo Ferrigno, folgorato da una scarica elettrica. Si tratta di un palermitano di 44 anni (B.G. le sue iniziali). L'operazione è stata messa a segno dagli agenti della polizia appartenenti all’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico.

Piazza Ingastone, 27enne muore folgorato

"I poliziotti - dicono dalla questura - sono intervenuti dopo che era stata segnalata la presenza di un giovane che, colpito da malore, si era accasciato al suolo privo di conoscenza. Il ragazzo si è spento nonostante i tentativi  da parte dei sanitari del 118 di rianimarlo sul posto". I medici hanno attribuivato le cause del decesso ad "arresto cardiocircolatorio a seguito di folgorazione".

"Gli immediati accertamenti svolti sul posto dagli agenti - confermano dalla questura - hanno consentito di appurare che il giovane palermitano lavorava in un’attività commerciale di piazza Ingastone, di proprietà di un 44enne e che la vittima era rimasta folgorata da un cortocircuito avvenuto all’interno dell’esercizio mentre era intenta ad effettuare le consuete pulizie dopo la chiusura. Da un controllo all’interno dell’esercizio commerciale gli agenti hanno riscontrato la presenza di diverse cassette di derivazione elettrica prive di coperchi e una di queste, in particolare, totalmente arsa".

Il personale Enel, successivamente intervenuto su richiesta dei poliziotti, ha verificato la manomissione del contatore, "a cui era stato effettuato un rudimentale allaccio abusivo alla rete elettrica - hanno rivelato dalla polizia -. Accertamenti di natura amministrativa hanno inoltre fatto emergere che la polleria era priva delle previste licenze e delle basilari misure di sicurezza prescritte dalla legge".

Alla luce di quanto emerso il titolare della polleria è stato tratto in arresto per i reati di omicidio colposo e furto aggravato di energia elettrica e la sua attività è stata posta sotto sequestro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Pestato durante una lite con la moglie, 41enne muore al Civico

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • "Addio Lando": è morto il proprietario del Break

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

Torna su
PalermoToday è in caricamento