Vigili in borghese nelle strade del sesso: nasce il piano anti prostituzione

"Sembra che nel corso di una tempestosa riunione Orlando sia stato duramente redarguito dal prefetto": l'indiscrezione rivelata da Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell’Udc, spiega come sia nato il programma per arginare il fenomeno. Controlli tra Favorita e centro storico

"Sembra che nel corso di una tempestosa riunione in Prefettura, Orlando sia stato duramente redarguito dal prefetto e da qui sia nata un’ordinanza anti prostituzione, poi trasmessa al neo comandante dei vigili urbani Gabriele Marchese". L'indiscrezione è stata rivelata da Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell’Udc. Che spiega come sia nato il nuovo piano del Comune contro la prostituzione. Da ieri i vigili stanno pattugliando sia il Parco della Favorita che le aree del centro storico che ogni notte si trasformano nelle strade del sesso.

Su imbeccata di Orlando, il comandante della polizia municipale ha ordinato ai suoi uomini di presidiare le zone maggiormente frequentate dalle prostitute per quindici giorni con operazioni in borghese e auto civetta. Il Comune vuole fare sul serio per arginare il fenomeno. E lo fa partendo da un accurato monitoraggio tra la Favorita e nello spazio compreso tra piazza Tredici Vittime, via Lincoln, la zona della Cala, il Foro Italico e le strade tra via Garibaldi e via Roma. L’operazione in notturna è iniziata ieri e finirà il 4 febbraio. Un pattugliamento con orari rigidi (dalle 22 alle 5) che servirà a stilare un rapporto finale.

"Finalmente il sindaco Orlando si è svegliato dal suo lungo sonno e ha dato disposizioni alla polizia municipale di fare accurati controlli per contrastare la prostituzione - spiega Sabrina Figuccia  -. Diceva qualcuno che a pensar male si fa peccato ma spesso s’indovina e così, nei corridoi dei palazzi comunali, si sussurra che, che ha già ordinato ai suoi di pattugliare sia il Parco della Favorita che tutte le strade, soprattutto del centro storico, che tradizionalmente ospitano il tristissimo spettacolo della prostituzione".

"E’ da tempo, troppo tempo, che tutti sanno quello che avviene sotto i nostri occhi, ma nessuno finora ha potuto, o voluto, fare qualcosa di concreto - prosegue - Adesso, quest’ennesima iniziativa di Orlando, che mi auguro non resti l’ennesimo proclama ai quattro venti, una prassi alla quale il sindaco ci ha ormai abituato. Contrastare la prostituzione significa soprattutto liberare le tantissime vittime, creare delle regole certe, come avviene in molti altri paesi civili, facendo in modo di eliminare un sistema di criminalità, che prospera da sempre alla luce del sole. E’ arrivato il momento di dire finalmente basta”.

Sul piano anti prostituzione interviene anche l'ex capolista del Movimento Cinque Stelle ed ora consigliere comunale, Igor Gelarda: "Non posso che essere soddisfatto che l'attuale amministrazione comunale stia dando corso al piano per il contrasto alla prostituzione che avevo già  proposto io in campagna elettorale e che avevamo ufficialmente presentato a fine maggio come parte integrante di un articolato piano sicurezza su Palermo. Certo sembra che ci sia voluto un intervento del Prefetto per spronare il sindaco della città piu accogliente al mondo, ironizza Gelarda. Ma già da tempo si è superato il limite della decenza in certe zone della città, che però sono lontane dal centro prediletto e riguardano solo i cittadini di serie b. Inoltre contrastare la prostituzione per strada significa diminuire i flussi di donne sfruttate su Palermo Speriamo solo che  il piano venga applicato in maniera costante e non sia il solito fuoco di paglia di questa amministrazione. Sempre delle indiscrezioni  apprendiamo che il servizio verrà svolto prevalentemente in borghese, ci dispiace.  Se fosse stato svolto in divisa e in collaborazione con le altre forze dell'ordine avrebbe avuto anche una forma di prevenzione e dissuasione verso i clienti, che vanno sanzionati al codice della strada.  Ad ogni modo, conclude Gelarda, Se il sindaco avesse bisogno di consulenza o sostegno per perfezionare questo piano il Movimento cinque stelle palermitano sarà,  per una volta e nel solo interesse dei cittadini,  a sua disposizione".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (33)

  • ANTITOTALITARIO. L'esercizio della prostituzione deve essere pienamente valorizzato, come attività professionale indipendente con albo, partita iva e controllo sanitario gratuito, perchè a un naturale bisogno biologico umano, deve corrispondere una legittima e riconosciuta prestazione, la quale deve essere svolta da persona maggiorenne consenziente in un ambiente appartato (casa, parcheggio, luogo disabitato o appartato in auto con vetri oscurati o coperti), lontano dai ficcanaso.

    • Tutto giusto. Si parla tanto di libertà personale. Ebbene io avrò, se lo voglio fare, la libertà di "vendere" il MIO corpo per danaro? Chi danneggio? Quali sarebbero le esigenze di "sicurezza pubblica" che giustificherebbero la repressione della mia attività? La chiave é appunto valutare se si tratta di scelta "libera". É facile presumere che la grande maggioranza tra quelle che si prostituiscono x la strada sono più o meno obbligate a farlo. Ma questa è una diretta conseguenza della cecità del parlamento italiano rispetto alla questione: una cecità che rasenta la dabbenaggine..no divieto, no regolazione...uguale mercato nero fiorente. Elementare Watson. D'altronde, proibire l'attività sarebbe delirante. La storia insegna che il proibizionismo non ha mai fermato lo sviluppo di mercati illegali del prodotto proibito. Dove c'è una domanda, in un modo o nell'altro ci sarà anche una offerta. Insomma, date queste premesse è chiaro che questo risibile "piano anti prostituzione" è destinato a fallire miseramente.

  • ANTITITALITARIO. Gli stessi Comuni che adottano inutili, sterili, repressive e incostituzionali Ordinanze meretriciofobiche, che nulla hanno a che vedere con la Sicurezza Urbana, dovrebbero essere rispettosi dei rapporti interpersonali, installando i sex parkings, in cui ci siano i distributori di condom, salviette, detergenti, cestini, telecamere nell'accesso, a garanzia del decoro, della pulizia, della riservatezza, degli introiti comunali e lontano dagli impiccioni.

  • Avatar anonimo di salvo
    salvo

    Ormail,il comune si è riempito di ridicolo.......invece di aprire le case chiuse, ancora si pensa a mettere per strada gli agenti in borghese....per questo ci pensa già la polizia, figuriamoci adesso con i vigili urbani......nemmeno sono capaci a scrivere le multe!!!!

    • solo cassa..!! Dici bene, basta il lavoro delle forze di polizia dello Stato che egreggiamente tutti i giorni fanno il loro lavoro..!!

      • per legge vanno repressi solo gli sfruttatori, le offerenti e gli avvalenti esercitano un naturale bisogno e diritto umano, varie ordinanze con la scusa della sicurezza si sono rivelate incostituzionali con un danno economico per i comuni soccombenti a favore di ricorrenti.

  • Sia chiaro una cosa, a parte tutti i commenti, l'iniziativa, perché gia nelle forze dell'ordine c'e un servizio del genere, questo serve solo unicamente a fare cassa al comune, stop!. I vigili impegnateli nei punti più critici della città dove si congestiona il traffico, dove i civili palermitani parcheggiano a doppia e terza fila, una zona a caso del caos dove non vedo mai la polizia locale la zona " "bandita" via Messina marine, precisamente la sera dalle 18.00 in poi li c'è l'incivilta' assoluta tra i signori che vanno a degustare i vizietti tra panifici bar etc... creando un caos tremendo. Ed altre zone alla stessa maniera. Forza Sindaco!

  • Avatar anonimo di tony
    tony

    LI ho visti pure la notte in viale delle scienze e in via regione siciliana.

    • ANTITOTALITARIO. Capirai di notte chi passa, quasi nessuno,inoltre in viale scienze quasi sempre è una sola e comprese quelle di via regione siciliana, sono esercenti per volontà indipendente e non mostrano nudità, quindi per esse non esiste alcun divieto nello stazionare, sono libere e lecite cittadine.

  • Avatar anonimo di Klauss
    Klauss

    ottima iniziativa...ma sarà solo un fuoco di paglia purtroppo!cercare di togliere dalla strada queste schiave del sesso a uso e consumo di un manipolo di delinquenti dovrebbe essere una priorità, ma mi rendo conto che per molti un sacco di immondizia e’ piu Importante...e’ lo specchio dei tempi,

  • tra i tanti problemi questo è il minore,ma le case chiuse no,immaginate quanto incassare bene lo stato.

  • E dal 4 Febbraio in poi si ricomincia!

  • Esiste nella Polizia di Stato se non mi sbaglio la squadra della "buoncostume" che sicuramente é più specializzata a questo tipo di operazioni piuttosto che i vigili! Se non mi sbaglio i vigili non hanno accesso alle banche dati delle forze dell'ordine, quindi durante i controlli non possono verificare i precedenti penali di chi é fermato ne se le "Signore" hanno un regolare permesso di soggiorno! A questo punto ritengo che si formino dei pattuglioni misti in modo che i controlli é il relativo allontanamento dalle zone dove operano sia più efficace ed efficente! altrimenti è da considerarsi fallito prima di nascere! solo qualcosa pre soddisfare l'opinione pubblica!

    • ANTITOTALITARIO. Esiste un'opinione pubblica di oltre 9 milioni di maschietti che ha bisogno della presenza delle erogatrici sessuali, quindi la reciproca e consenziente compagnia è lecita e naturale; ci che non è lecito e quindi va represso è lo sfruttamento, la sopraffazione sulle dispensatrici sessuali, le quali vanno maggiormente tutelate dallo Stato e dai Comuni (sex parking con modico pagamento).

    • Salve qui non si fa ordine pubblico, sembra si facciano solo multe..!! L'ordine pubblico e' ben altra cosa..!! Interessa solo fare cassa non prendiamo in giro i cittadini con sti falsi perbenismi..!! ma.. allo ZEN che vi sono anche ragazze 14 enni sotto gli occhi di tutti..?? Vi sara' pure la ronda..?? Per cortesiaaa

  • viale delle scienze e uno schifo il parcheggio Basile non ti puoi fermare un attimo che ti assalgono lungo tutto il viale prostitute a mai finire, trans, viados, escort ,

    • ANTITOTALITARIO. Bufala,non è vero, è immorale ipocrisia, c'è una sola operatrice prima del parcheggio Basile, per giunta vestita come una monaca, tanto che non mi pare una erogatrice sessuale, e, per la legge (varie sentenze della Cassazione), ella, la presunta stazionatrice potrebbe mettersi solo il tanga, basta coprire le basse nudità.

  • E questa è la seconda batosta incassata dal Prefetto. Brucia, eh?

  • Questa è una piaga! Che si può sanare! Forza un po' che la forza pubblica non manca in città!

  • Ollando non voleva dispiacersi le extracomunitarie, mai contro ...magari si disinteressa dei Palermitani ma dei suoi amici extra tutto quanto può aiutarli

  • E alla fine, si identificó il grande problema della città, le prostitute, questo fenomeno che interessa solo Palermo e mai s'era visto altrove e mai più si vedrà in futuro! Ovviamente la vera ragione di questo sedicente "piano anti prostituzione" é la meretriciofobia, come scrive l'utente Franco nel suo ottimo messaggio. Che, aggiungo io, è proiezione dell'atavica sessuofobia che attanaglia il nostro paese, in particolare il meridione. L'UNICO buon motivo che giustificherebbe questa operazione sarebbe la tutela delle donne coinvolte. Quanto alle parole di Gelarda, come di consueto non posso far altro che stendere un velo pietoso: é il classico reazionario di destra dal livello culturale scolastico. Da buon 5 stelle, ha uno spirito liberale da far invidia agli ayatollah iraniani. L'"autorità" NON HA NESSUN DIRITTO di "prevenire e dissuadere" la gente dal frequentare prostitute, né ovviamente ha il diritto di sanzionare.

    • Bravi Marcello e Francostars, concordo pienamente.

  • Si certo... Finché non trovano qualche protettore che li fracchia a bastonate...!! I vigili vhe hanno paura pure della loro ombra.. Ah.. Ah.. Ah.. Fate ridere. solo buoni a fare le multe alla gente onesta...!!!

  • Ma piuttosto perché non pensano ad aprire le case chiuse?

  • Mi cazziatuni chi sappi a pigghiari u sinnacu Ollando ru prefetto....

  • Ci sono problemi molto più seri. Siete solo dei pagliacci!!!! Vergognatevi

  • Che male fanno le prostitute maggiorenni e consenzienti ed i loro clienti sulle strade, se non compiono intralcio al traffico, sporcizia e/o atti osceni sotto la vista pubblica? Basta con quest’assurda "Meretriciofobia". Inoltre, affermo che, anche con le nuove disposizioni legislative, le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell'Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico. P.S. I relativi soggetti possono essere sanzionati per evasione fiscale, anche per le tasse locali (art. 36 comma 34bis Legge 248/2006, come chiarificato dalla Cassazione con la Sentenza n. 10578/2011).

    • Lei è veramente un esperto del settore.

    • Tutto giusto

  • Con tutti i problemi in questa città ci si appreca alla prostituzione .......... e la munnizza , il traffico e la metropolitana quando ?

    • nooo e' un'altro modo per fare cassa..!! si multano le auto la prostituta resta li se no finisce la mangiatoia..!! Invece perche' non le levate dalle strade..!! e gli sequestrate i proventi come si fa con i parcheggiatori abusivi..!! epoi le rispedite a casa loro sono tutte straniere..!! Invece no sta li il cliente si ferme multaaa...!! dopo che va via un'altro cliente.. multa..!! Magari date una percentuale a ste ragazze visti i guadagni no..??

  • W Ollando che il sindaco lo sa fare

  • ottima iniziativa, ma occhio ai sig. vigilantes in borghese perché se individuati dai protettori che non hanno nulla da perdere sono problemi seri. Serve uno studio ad hoc!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Militante di Forza Nuova pestato, perquisizioni nella notte: attivisti in Questura

  • Politica

    Pestaggio Ursino, Rifondazione: "Prendiamo le distanze, ma 'no' al comizio di Fiore"

  • Cronaca

    "Ha una gastrite", donna muore d'infarto dopo la diagnosi al pronto soccorso

  • Cronaca

    Aperto nuovo parcheggio alla stazione centrale: offre 33 posti auto

I più letti della settimana

  • Via Dante, militante di Forza Nuova legato e pestato in strada

  • Trappeto, facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due pedofili

  • Vendevano la figlia ai pedofili, il racconto shock: "Non mi piaceva fare quelle cose"

  • Elezioni, come si vota il 4 marzo con la nuova scheda elettorale

  • L'assalto al bar Massaro, il titolare: "Perché un'azione tanto eclatante? Era solo una rapina?"

  • Vince un milione ma non lo riscuote, Sisal: "Il tempo sta per scadere"

Torna su
PalermoToday è in caricamento