"Così l'autista Amat è stato massacrato": carabinieri a caccia del branco

Proseguono a ritmo serrato le indagini per identificare gli autori del violento pestaggio. L'uomo è ricoverato a Villa Sofia ma sarà dimesso in serata: i sanitari hanno accolto la richiesta del paziente di poter trascorrere in famiglia l'ultimo dell'anno

Proseguono a ritmo serrato le indagini dei carabinieri della compagnia di San Lorenzo per identificare gli autori del violento pestaggio di ieri di un autista dell'Amat, l'azienda di trasporto pubblico urbano. L'aggressione è avvenuta alla fermata di Villa Adriana. Ad entrare in azione sarebbero stati otto ragazzi che più volte avrebbero cercato di aprire il vano motore dell'autobus.

Follia sul bus, autista picchiato dal branco

L'autista sarebbe sceso dal mezzo per  rimproverarli e intimare loro di andare via. E' stato a quel punto che la furia del branco si è scatenata: l'autista è stato colpito con calci e pugni. "Massacrato di botte", hanno raccontato i testimoni ai  carabinieri subito intervenuti sul posto.  

M5S: "Più sicurezza sui bus, servono telecamere e vigilantes"      

L'uomo, immediatamente soccorso, è stato portato in codice rosso a Villa Sofia, dove si trova ricoverato in Rianimazione. La Tac, a cui è stato sottoposto ha dato fortunatamente esito negativo, escludendo lesioni interne. Non è in pericolo di vita. "L'autista sta meglio e oggi stesso dovrebbe essere trasferito nel reparto di Medicina - dice all'Adnkronos l'amministratore unico di Amat, Michele Cimino, che stamani si è nuovamente recato in ospedale per accertarsi delle condizioni del dipendente -. E' ancora sotto choc e molto provato per quanto è successo, ma anche molto commosso per la vicinanza dell'Amat. Stamani in ospedale c'erano già diversi colleghi arrivati di buon mattino per avere aggiornamenti sul suo stato di salute".

Dal Comune fanno sapere: "Al momento sono tutti da chiarire gli eventi avvenuti ieri pomeriggio. I fatti saranno ovviamente oggetto dell'indagine dei carabinieri. Di certo, secondo i passeggeri che hanno allertato le forze dell'ordine e il 118, l'autista sarebbe stato aggredito da un gruppo di ragazzi che aveva tamponato l'autobus o cercato di aprirne il vano motore". Il sindaco - che stamattina aveva avuto un colloquio telefonico con i familiari dell'autista - tornando a condannare la barbara violenza dell'aggressione, ha affermato che il Comune "si costituirà parte civile contro gli aggressori se ciò sarà possibile proceduralmente".

"L'ingiustificabile aggressione nei confronti di un autista dell’Amat, avvenuta ieri in una zona molto frequentata di Palermo, è solo l’ennesimo caso di violenza ai danni degli autisti di autobus e tram della nostra città - dicono Gianluca Colombino e Nicola Scaglione, rispettivamente segretario provinciale Cisal e segretario provinciale Csa -. Chiediamo l’immediata attivazione di un tavolo di confronto sul tema della sicurezza che individui le migliori soluzioni per garantire i lavoratori impegnati in prima fila: l’azienda e i sindacati devono lavorare all’unisono per evitare che casi del genere si ripetano, è questo che si aspettano i dipendenti Amat ma soprattutto i cittadini".

"L'autista - fanno sapere dal Comune - sarà dimesso questa sera. I sanitari dell'ospedale, dopo aver eseguito tutti gli accertamenti necessari e dopo aver tenuto in osservazione il paziente per circa 24 ore, hanno ritenuto di poter accogliere la richiesta dell'uomo, che aveva espresso il desiderio di poter trascorrere in famiglia l'ultimo dell'anno".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (16)

  • auguri al Collega Amat buon Anno se cosi si può Chiamare

  • Non v'immaginate che questo sindaco sia un uomo al pari di Falcone e Borsellino o altri che hanno affrontato di persona questi problemi rimettendoci la faccia o la propria vita, questo è solo un quaquaraqua che vuole fare una volta il musulmano, un'altra il cattolico, un'altra il difensore dei rom.

  • galera e gettare la chiave. Devono solo fetere in carcere e non uscire più....tanto non perdiamo nulla....sono ragazzi inutili per la societa' quindi se li tolgono di mezzo mettendoli dietro le sbarre possiamo solo guadagnarci

  • a Cagliari tutti gli autobus hanno le telecamere interne ed esterne inoltre i controlli dei biglietti spesso avviene alla discesa del mezzo. Qui invece spesso fanno i comodi propri e gli autisti subiscono le intemperanze dei maleducati. Rimettere i bigliettai e fare in modo che si deve salire dalla porta anteriore acquistando autobus con due porte. anteriore e in mezzo

  • Gentaglia, fuori da Palermo e dal resto del mondo!!!!!!! Spero che l'autista si riprenda presto e dimentichi la vicenda!

  • Al Comune, Sindaco in primis preme festeggiare il Capodanno con i suoi amici stranieri.....vedi il palco preparato al Politeama con una bella scritta in caratteri arabi giganteschi

    • Ma che c'entra il sindaco????? E poi quello è il logo di PALERMO capitale della cultura!!!!!!!

  • CERTEZZA DI PENA e leggi più severe che siano di monito per tutti

  • No niente......palermo sta diventando come il bronx......persone per bene alla mercè di sti malandrini,spacciatori,ladri,delinquenti,.....e noi gente onesta,abbiamo paura a uscire perche non sappiamo cosa possa accaderci,anche andando a fare la spesa o scendere in centro per bere o mangiare qualcosa!

    • Ma come Palermo città della cultura e delle culture...Quando sentite pronunciare queste minchiate, mandateli a quel paese e solo propaganda . Palermo è città dell'INCULTURA e dell'INCIVILTÀ complice anche la Chiesa che "legittima" ed appoggia una amministrazione della città da SCHIFO!

      • siamo amministrati da gente incompetente e strafottente che pensa solo a riempire le proprie tasche

  • "lasciate le auto a casa! Usate i mezzi pubblici" sisi, sto correndo a fare il biglietto....buffoni

  • Qui in Germania negli autobus ci sono le telecamere fatelo anche li.comune svegliati.

  • dovete buttare le chiavi legge italiana del cazzo

  • Ma perchè questa bravata di aprire il vano motore? Cosa c'era il tesoro dei pirati là dentro? Giustamente l'azienda è proeoccupata per questa manica di deficenti imprevedibili e pericolosi. Gli autisti in prima linea cosa devono fare, camminare con la scorta armata? Un sindaco che fa piangere con il suo bla bla bla bla bla bla........ che se ne fotte e fa spallucce!

  • Grazie a tutti i dirigenti dell azienda x la tutela dell autista questo sarà un collega che aveva chiesto le ferie e l azienda li ha rifiutati grazie a nome di tutti i colleghi

Notizie di oggi

  • Video

    Il caso Biondo a Le Iene, il mistero del colpo in testa e dei tweet prima del ritrovamento | VIDEO

  • Politica

    Ex Province, l'assessore Grasso vola a Roma: "Date alla Sicilia le stesse risorse delle altre Regioni”

  • Politica

    Strade e ferrovie nell'Isola? Poche e malridotte: così i siciliani vedono "due Italie"

  • Cronaca

    Termini, gli operai Blutec tornano in piazza: "Vogliamo certezze per il futuro"

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento