Viale Regione, sorpassi a tutta velocità sotto l'effetto della coca: denunciato 24enne

E' stato bloccato da una pattuglia della polizia stradale per le manovre azzardate. Dopo che gli agenti hanno notato un involucro vuoto sul sedile, ha ammesso di avere assunto stupefacenti. La patente è stata ritirata

Sfrecciava in viale Regione Siciliana con la sua Nissan Juke facendo lo slalom tra le altre auto con una serie di manovre pericolose, ma la polizia lo ha fermato e sottoposto ai test per alcol e droga. Risultato sotto l'effetto di stupefacenti, è stato denunciato. Nei guai un 24enne palermitano.

Il giovane è stato notato da una pattuglia della polizia stradale mentre "procedeva ad alta velocità sulla corsia di sorpasso e con manovre azzardate metteva a rischio la sicurezza degli altri automobilisti". Gli agenti hanno intimato l'Alt e sono scattati i controlli. Hanno subito visto che all’interno dell’abitacolo c'era un involucro ormai vuoto. Lui stesso ha poi ammesso di avere assunto della cocaina ed è stato portato in ospedale per i controlli del caso. Le analisi hanno confermato tutto. 

La patente è stata ritirata ed è scattata la denuncia per "guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti"

Solo nel secondo semestre del 2019, i controlli effettiati dalla stradale con le più moderne tecnologie ha portato alla denuncia di 80 automobilisti per guida in stato di ebbrezza e di 21 per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

  • Francesco Benigno in tv: "Mio padre mi legava con le catene, ho dormito dappertutto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento