Viale Regione, quella palazzina del '500 dimenticata da tutti: il caso del baglio Scorzadenaro

In molti la guardano (siamo davanti al Pagliarelli, sotto il cavalcavia di via Ernesto Basile) ma per ben due volte l'assegnazione non si è concretizzata. Consigliere M5S: "Il Comune, pur avendo speso dei soldi, permette che questo bene venga vandalizzato e diventi luogo per spacciatori"

Il baglio Scorzadenaro

Un "gioiello" del tardo '500 in balia di vandali e ladri. Il Comune ci ha speso mezzo milione di euro, ma ben due tentativi di assegnazione sono finiti con un nulla di fatto. Stiamo parlando di baglio Scorzadenaro, immobile in parte rivalorizzato ma poi abbandonato. Terminati i lavori di messa in sicurezza e consolidamento per il miglioramento sismico, prima la polizia municipale (nel 2010) e poi l'Avis (nel 2015) hanno rinunciato all'affidamento del bene di proprietà dell'amministrazione, che si trova lungo la circonvallazione, nella borgata di Pagliarelli, proprio sotto il cavalcavia di via Ernesto Basile. Il motivo? Troppi soldi da spendere per rendere il baglio abitabile.

I lavori eseguiti dalla ditta Edilizia Ferrara Costruzioni srl, ultimati nel 2009 e costati al Comune 509mila euro, hanno infatti riguardato solo il rifacimento della copertura, dei solai, il consolidamento dei muri e la realizzazione dei cordoli in muratura armata. "Per la ristrutturazione dell'interno e l'allacciamento allo scarico fognario erano necessari altri 300mila euro circa. Soldi che non avevamo, ragion per cui abbiamo deciso di declinare l'offerta del Comune. Tra l'altro avremmo dovuto ristrutturare a nostre spese, oltre al piano terra, anche il piano superiore, che però non ci sarebbe stato assegnato". A parlare è Salvatore Calafiore, vicario comunale e presidente dell'Avis provinciale Palermo, associazione alla quale il Comune voleva dare inn concessione il bene per 12 anni. 

L'Avis avrrebbe voluto utilizzare baglio Scorzadenaro come centro di raccolta e donazione del sangue. "Siamo ancora interessati al baglio, purché l'amministrazione comunale ci venga incontro stanziando le risorse necessarie. Oltre al centro di raccolta potremmo trasferire nell'immobile gli uffici provinciali e regionali della nostra associazione, per fare un vero e proprio palazzetto dell'Avis". Nel piano triennale delle opere pubbliche sono previsti interventi di completamento per un importo di 3 milioni di euro.

MIRKO DENTICI-2Secondo Mirko Dentici (nella foto a lato), consigliere del M5S in Quarta circoscrizione, lo stato in cui versa baglio Scorzadenaro "è uno schiaffo nei confronti del cittadini: il Comune, pur avendo speso dei soldi, da anni permette che questo bene venga vandalizzato e diventi luogo per spacciatori o gente senza fissa dimora". Dentici, attraverso un'interrogazione, ha ricostruito la tormentata storia di baglio Scorzadenaro. E dopo numerosi sopralluoghi ha toccato con mano lo stato di degrado in cui versa: "La constatazione che certi beni di pregio non vengano adeguatamente tutelati lascia un velo di tristezza e rabbia. Nell'anno di Palermo capitale della cultura - conclude Dentici - vedere un gioiello del '500 ridotto in queste condizioni è davero incettabile. Spero che al più presto si trovi una soluzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • Incassa il reddito di cittadinanza ma lavora (in nero) in un panificio, denunciato

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

Torna su
PalermoToday è in caricamento