Zona Vucciria, non pagano e vengono presi a calci e pugni: arrestata famiglia di posteggiatori

Le vittime sono due giovani di 28 e 30 anni: "Aggrediti e minacciati di morte". Tre persone in manette, anche una ragazza. Decisivo l'intervento dei carabinieri. L'episodio è avvenuto in via Venezia

Non si "piegano" alla richiesta dei posteggiatori e vengono aggrediti con calci e pugni. L'intervento dei carabinieri ha consentito di arrestare tre persone in via Venezia. Si tratta di un’intera famiglia di parcheggiatori abusivi. L'accusa è tentata estorsione aggravata in concorso tra loro. E' successo tutto la scorsa notte, intorno all'una, di fronte al mercato della Vucciria. Le vittime sono due giovani di 28 e 30 anni (uno palermitano, l'altro di Barcellona Pozzo di Gotto). 

"I due - hanno raccontato dal comando provinciale - in stato confusionale e provati da quanto appena accaduto, erano appena stati aggrediti da due uomini e una donna. In particolare i militari del nucleo radiomobile hanno accertato che poco prima, i due giovani, non appena parcheggiata la loro auto, sono stati avvicinati da tre persone che, con fare minaccioso e prepotente, hanno chiesto loro dei soldi in cambio di un servizio di guardiania. Al loro rifiuto, i due malcapitati sono stati colpiti con calci e pugni. Poi minacce di morte e offese".

All’arrivo delle “gazzelle” dell’Arma, due dei tre hanno cercato di eludere il controllo, rifugiandosi nella loro abitazione (che si trova nei paraggi). I carabinieri sono però riusciti a individuare subito l'appartamento e arrestare tutti e tre. Si tratta un 58enne palermitano Antonino Dolcemascolo, la figlia di 23 Deborah Dolcemascolo e il suo compagno Ciro Taraschi di Pozzuoli (in provincia di Napoli). Su disposizione del Pubblico Ministero, dopo le formalità di rito, sono stati portati al Pagliarelli. Entrambe le vittime dell’aggressione sono state visitate all'ospedale Ingrassia: per loro escoriazioni e traumi vari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento