Via Perpignano, ladri sorpresi mentre svaligiano casa: scatta il terzo arresto

La polizia ha bloccato un palermitano di 31 anni. I due complici erano stati identificati e ammanettati poche ore prima. Uno degli agenti si era sostituito al palo e aveva atteso il complice

Scatta il terzo arresto per il tentato furto, avvenuto nei giorni scorsi, in un appartamento di via Perpignano. La polizia ha ammanettato Gioacchino Taibbi, 31 anni, palermitano. I suoi complici erano stati colti sul fatto e arrestati.

La polizia era intervenuta grazie a una segnalazione giunta al 113. Un agente dei Falchi si era sostituito al malvivente rimasto fuori dalla casa a fare da palo, riuscendo così a bloccarli. Per Taibbi sono scattati i domiciliari.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Avatar anonimo di Gattabuia
    Gattabuia

    Devono mettere Delle telecamere nella strada così la polizia vede cosa succede

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    I topi vanno schiacciati

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    Magari senza orientamento sei. I topi aumentano.

  • Avatar anonimo di 800a
    800a

    Dove abita che ci rubiamo casa.?

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    I gatti aumentano

  • Faccia?

    • Sicuro 

      • Non feccia.

Notizie di oggi

  • Mafia

    Il tesoriere di Totò Riina ora è libero: Vito Palazzolo affidato in prova ai servizi sociali

  • Cronaca

    Ha investito e ucciso un uomo in via Roma, ventenne ai domiciliari per due mesi

  • Cronaca

    Lo Zen si ferma per i funerali di Antonino e Giacomo Lupo: "Per sempre nei nostri cuori"

  • Cronaca

    Bellolampo, scongiurata l'emergenza: si continua a conferire i rifiuti nella sesta vasca

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento