Palermo ricorda Mauro De Mauro, Orlando: "Cercando la verità dava fastidio ai mafiosi"

Il giornalista venne sequestrato e ucciso da un commando mafioso nel 1970. Durante la commemorazione, organizzata dal gruppo siciliano dell'Unci, è stata deposta una corona d'alloro sotto la lapide collocata via delle Magnolie

E' stato ricordato questa mattina, in viale delle Magnolie, il giornalista Mauro De Mauro, sequestrato e ucciso da un commando mafioso nel 1970.

La cerimonia è stata promossa dal gruppo siciliano dell'Unione nazionale cronisti italiani. Oltre al sindaco Leoluca Orlando, che ha deposto una corona d'alloro sotto la lapide che ricorda il cronista, erano presenti, tra gli altri, i familiari di De Mauro con in testa la figlia Franca, il vicepresidente nazionale dell'Unci, Leone Zingales; il presidente regionale dell'Ordine dei giornalisti, Giulio Francese, il segretario provinciale dell'Assostampa, Giuseppe Rizzuto; i componenti del consiglio direttivo dell'Unci Sicilia (Daniele Ditta, Antonella Romano e Andrea Tuttoilmondo), oltre alle autorità civili e militari.

"Ancora una volta - commenta Orlando - ricordiamo Mauro De Mauro, esempio di coraggio e giornalista che aveva come missione la ricerca della verità in un tempo in cui Palermo era governata dalla mafia e la ricerca della verità era un atto 'fastidioso' per potenti e mafiosi. Oggi, anche grazie al suo impegno, cosi come è nei valori professionali dei giornalisti, Palermo non è più governata dalla mafia, messa in netta minoranza nella nostra comunità, e che non ha più il volto delle istituzioni".

De Mauro, cronista de L’Ora, era nato a Foggia nel 1921. Più di una, all’epoca, le piste investigative seguite da polizia e carabinieri per risalire al contesto in cui maturò il sequestro. La sera in cui fu rapito. De Mauro aveva appena parcheggiato la sua auto, una Bmw, in prossimità del portone d’ingresso del palazzo in cui abitava, in viale delle Magnolie. Fu ritrovata poche ore dopo la scomparsa in via Pietro D’Asaro, il corpo del giornalista non è mai stato ritrovato.

Zingales ha annunciato, per il prossimo anno, il 50esimo dalla scomparsa, un evento a Palermo in ricordo di De Mauro con il coinvolgimento di tutte le sigle del giornalismo italiano “per celebrare - ha detto - un vero cronista". Alla fine della cerimonia è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare De Mauro e tutte le vittime cadute per mano mafiosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento