Istituto per sordi occupato, Aricò: "La Regione proceda allo sgombero"

Il capogruppo di DiventeràBellissima all'Ars ha presentato un'interrogazione rivolta al presidente della Regione e all'assessore ai Beni culturali: "Resta un mistero come gli occupanti abbiano a disposizione luce e acqua senza alcun contratto di utenza"

L'istituto per sordi in via Cavour

"È urgente e improcrastinabile l'immediato sgombero dell'Istituto dei sordi di via Cavour a Palermo, dal 2015 occupato da alcuni esponenti della sinistra radicale i quali hanno creato il famigerato centro sociale Malarazza". A sostenerlo è il capogruppo di DiventeràBellissima all'Ars, Alessandro Aricò, che ha presentato un'interrogazione rivolta al presidente della Regione e all'assessore ai Beni culturali.

"Resta un mistero - aggiunge Aricò - come gli occupanti abbiano a disposizione luce e acqua senza alcun contratto di utenza". Da qui la richiesta alla Regione affinché "ponga fine a tale occupazione al fine di rientrare nel pieno possesso dell'immobile già sede dell'Istituto regionale dei sordi concordi con le autorità preposte all'ordine pubblico l'immediato sgombero della struttura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento