Zona stazione, pub con sedie e tavolini in strada senza autorizzazione: multe per oltre 16 mila euro

Polizia e Asp hanno controllato le attività commerciali tra via Paolo Balsamo e corso dei Mille. Riscontrate anche carenze strutturali e irregolarità relative ai sistemi di autocontrollo Haccp

Polizia e Asp hanno passato al setaccio bar e pub nella zona della stazione centrale, tra via Paolo Balsamo e corso dei Mille. Sono state riscontrate irregolarità in 7 locali (non sono stati resi noti i nomi ndr) e sono scattate multe per un importo complessivo di oltre sedicimila euro.

In via Paolo Balsamo i titolari di due esercizi, pur avendo esibito regolare documentazione attestante l’inizio attività, non avevano quella per l'occupazione di suolo pubblico. "La dislocazione di arredi in strada - spiega la polizia - non soltanto ha configurato la violazione di una specifica disposizione del codice della strada, ma ha anche arrecato fastidioto alla regolare circolazione stradale, con ovvie ricadute sulla congestione del già notevole traffico di zona". Inoltre, dopo l'ospezione della cucina, è stata contestata la sanzione amministrativa di 2000 euro per carenze strutturali e per irregolarità relative ai sistemi di autocontrollo Haccp.

Praticamente identica la situazione di una panineria in corso dei Mille il cui titolare aveva occupato abusivamente una porzione di suolo pubblico. Anche in questo caso, sono state registrate carenze strutturali che comporteranno una sanzione di 2000 euro. Stessa carenze e stessa sanzione, 2000 euro, per il titolare di una drinkeria limitrofa.

Sempre in corso dei Mille altre due paninerie sono state multate: in un caso per occupazione abusiva di suolo pubblico per un importo di circa 200 euro, mentre nel secondo per assenza di Scia per un importo pari a 8000 euro, oltre al sequestro del locale.

In un locale di via Principe di Paternò è stata notificata una violazione amministrativa, accertata dai sanitari dell’Asp-Sian, per un ammontare di 2000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento