La banda spacca-vetrine colpisce ancora: 72 colpi di mazza contro la gioielleria Cipolla

Ennesimo episodio nella notte nella zona di via Roma: hanno agito in quattro incappucciati e per un'ora intera. Qualcuno li ha visti e ha chiamato la polizia ma sono riusciti a fuggire. Il titolare: "L'ultima volta che ci è successa una cosa simile eravamo negli anni '80"

La vetrina distrutta

La banda spacca-vetrine ha colpito ancora: questa volta la vittima è Cristian Cipolla, titolare dell'omonima gioielleria in vicolo della Guardiola, traversa di piazza Meli. Siamo a pochi passi dal negozio "via Roma 261" (ex Navigare) il cui titolare, solo due giorni fa, ai microfoni di PalermoToday ha denunciato di essere finito nel mirino di giovani ladri che hanno preso a mazzate la vetrina del suo negozio e lanciato un appello per chiedere al Comune e alle forze dell'ordine maggiori controlli nella zona di via Roma.

I malviventi in azione | le immagini video

Controlli che ogni giorno che passa si fanno più necessari dato che gli atti vandalici non si fermano. "Stanotte all'1.20 per un'ora quattro uomini, incappuciati e muniti di radiotrasmittenti, sono stati qui. Prima - racconta Cipolla - hanno scardinato la saracinesca e poi hanno cominciato a colpire a colpi di mazze la vetrina (72 in tutto i colpi di mazza che hanno dato sul vetro) ma non sono riusciti a romperla. Ad interromperli è stato l'arrivo della polizia che ha ricevuto una segnalazione anonima su quanto stesse accadendo e si è recata sul posto".

malviventi in azione negozio cipolla-2

"Il mio negozio preso a mazzate per due ore", l'intervista | VIDEO

La banda è riuscita a fuggire senza però rubare nulla. I quattro uomini hanno dimenticato sul posto una borsa che è stata portata via dalla Scientifica per essere analizzata: potrebbero esserci delle impronte e da queste si potrebbe arrivare a scoprire le identità dei malviventi. Cristian Cipolla ha visto tutto dalle telecamere della videosorveglianza. Secondo lui, data la modalità con cui hanno agito i vandali/ladri potrebbero essere gli stessi che hanno distrutto la vetrina del negozio ex Navigare e della Rinascente. Anche in quel caso erano quattro: hanno scaldato la vetrina con una fiamma e poi l'hanno presa a mazzate per due ore.

Sarà la polizia a indagare e scoprire se i casi sono collegati. "Spero - dice Cipolla - che prendano i malviventi il prima possibile. Noi siamo aperti dal 1950 e questa, che io ricordi, è la seconda volta che la nostra vetrina viene presa a mazzate. La prima volta è successo negli anni '80, anni difficili, era giorno e il negozio era aperto. Noi eravamo presenti durante il colpo". La gioielleria Cipolla è aperta anche oggi. Il titolare non si è fatto intimidire da quanto accaduto stanotte: "Stiamo sostituendo - conclude Cipolla - vetro e saracinesca". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (20)

  • Quattro indegni, presto le facce in prima pagina!

  • Pure se li acchiappano si faranno arresti domiciliari e la vita continua. Non è musica qua ci vuole carcere duro . Palermo e tutta l'Italia deve diventare paese sicuro e la delinquenza si combatte solo ed esclusivamente con la forza.

  • Dove sono le pattuglie della polizia? La notte circolano?

  • Ma tra questo e ztl che c... ci restate a fare? lasciate tutto a ladri extracomunitari e turisti ormai

  • Da osservare.. Il primo che inizia a colpire la vetrata è un mancino..

  • quanti commenti e alcuni vanno più che bene ma centrare l'argomento...signori non c'è lavoro, non c'è cultura, iprezzi raddoppiati da quando c'è l'euro 1+1=2.... aggiungi che tutto è basato sull'immagine sul corpo sul danaro. di cosa stiamo parlando? del Nulla che prevale e prevarrà.

  • Avatar anonimo di Dario
    Dario

    Mi stupisce che il giornale sappia l'esatto numero dei colpi.. comunque... direi che ci vorrebbe un sistema di sorveglianza che si muove autonomamente, e che autonomamente da l'allarme alla polizia inviando le immagini via on-line in tempo reale di quello che succede grazie ad un intelligenza artificiale che controlla tante telecamere e interviene in questo modo segnalando un allarme e collegando la stazione del comando dei carabinieri o polizia più vicini al fine di intervenire nel più breve tempo possibole...

    • Lei è sempre fantascientifico, ma si perde puntualmente nel solito bicchiere colmo d'acqua putrida.

    • Visto che c'è un'intervista al titolare, non è difficile capire chi li abbia contati e fornito il dato al giornale.

  • La soluzione è una bomba ad innesco da pressione!

  • Avatar anonimo di Tony x
    Tony x

    E meno male che e' in via roma....saranno gli stessi della rinascente.

  • Che assurdità in 3 colpi non riescono a prenderli ? svegliaaaa qui si rischia davvero di perdere fiducia nelle istituzioni...

  • questo in crescente episodio con l'avvenuto Colpo al Negozio navigare mi Fa venire in mente la Canzone scritta dalla Buon anima di Giovanni Alamia Abbiano Arrivato .....

  • Questa è la Capitale della Cultura ....... della Malavita!  

  • Questo ed i fatti analoghi precedenti avvenuti nella medesima zona dimostrano che il controllo del territorio a Palermo è una barzelletta. Certamente è indispensabile la collaborazione dei cittadini ma è intollerabile che le forze dell'ordine non controllino il territorio come dovrebbero. Credo che Prefetto, Questore, Ministro degli Interni debbano fare una seria riflessione su quanto accaduto. Pensare che questo accade in pieno centro , nelle periferie vige il totale "far west".'

  • Avatar anonimo di marco
    marco

    2 ore a prendere a mazzate una vetrina, ripresi dalle telecamere e non riescono a prenderli ???? ma di cosa stiamo parlando???????

  • E per fortuna che per il Sinnaco Ollando Palermo era la città più sicura.....

    • Non lo dice lui, ma le statistiche.

      • ma xche difendente questo elemento di sindaco che ha rovinato una città

        • L'ho scritto altre volte,nn ho votato Orlando,nn ne condivido diverse posizioni,ma,mi sembra assurdo che per ogni problema,anche per la fame nel mondo o il progressivo surriscaldamento globale,si debba dare la colpa a lui,è una questione di cultura,se non sapete di cosa si sta parlando, tacete,che cosa c'entra Orlando con la scarsa ed incompetente presenza sul territorio delle forze dell'ordine,le forze dell'ordine fanno capo al ministero dell'interno,quindi ,Salvini,se nn sapete e nn conoscete l'argomento su cui intervenite,perché parlate,o meglio,perché scrivete?adeguatevi al vostro grado di conoscenza,ergo,state zitti,o meglio,nn scrivete.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Controlli in una mega area vicino al Cervello, sequestrate tre autorimesse abusive

  • Cronaca

    La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

  • Cronaca

    Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Incidenti stradali

    Incidente in via Oreto, scontro fra un'auto e una volante di polizia: cinque feriti

I più letti della settimana

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • "Ha provato a toccarmi", papà di una dodicenne picchia bidello di una scuola del Villaggio

Torna su
PalermoToday è in caricamento