Crollo di via Pagano: 20 anni dopo Palermo ricorda Siciliano, il vigile del fuoco eroe 

In quella tragedia persero la vita anche i suoi suoceri Maria Gugliotta e Salvatore Finocchio. Il sindaco Orlando: "La commemorazione è un’occasione di dolore, preghiera e gratitudine per il sacrificio di una vita nell'adempimento del proprio dovere"

L'11 marzo del 1999 morì nel crollo di una palazzina in via Giuseppe Pagano mentre tentava di salvare delle persone. Vent'anni dopo l'amministrazione ricorda Giuseppe Siciliano, il capo squadra dei vigili del fuoco e i suoi suoceri Maria Gugliotta e Salvatore Finocchio, altre vittime di quella tragedia.

Il sindaco Leoluca Orlando questa mattina ha partecipato alla commemorazione che si è svolta all'interno della villetta intitolata a Siciliano nel 2016: "Fare memoria del sacrificio di Giuseppe Siciliano è un’occasione di dolore, preghiera e gratitudine per il sacrificio di una vita nell'adempimento del proprio dovere. Essere qui dopo vent'anni è anche la condivisione del dolore e la conferma dell'ammirazione per la dignità e sobrietà della vedova e dei familiari e mandare un messaggio in questo spazio urbano recuperato alla vivibilità dei cittadini tutti, esprimendo al contempo forte apprezzamento ai vigili del fuoco che quotidianamente rischiano la vita nel silenzio e senza clamore”.

Presenti, tra gli altri, i familiari del vigile del fuoco e rappresentanti delle autorità civili, militari e religiose.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

    • E nessuno pagò...

  • Pulizia annuale, e poi di nuovo degrado..

Notizie di oggi

  • Politica

    "Governo parallelo basato su favori, amici e nemici": l'Antimafia disegna il sistema Montante

  • Politica

    Decreto Sicurezza, Orlando aggira gli uffici: avanti con le pratiche di residenza ai migranti

  • Politica

    Sgombero immediato per le case abusive in zone a rischio, via i sindaci che non applicano la legge

  • Cronaca

    "Dal totonero alle scommesse on line", così Splendore è diventato il "re" del gioco

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento