Ballarò, il Cabs denuncia: "Tra i banchi del mercato in vendita spadini e uccelli protetti"

L'organizzazione di volontari attiva nel settore del bracconaggio ha riscontrato le irregolarità in via Giovanni Naso e Nino Martoglio: "Colpire anche gli acquirenti"

Gli "spadini" in vendita a Ballarò

Centinaia di uccelli protetti dalla legge e numerosi spadini in vendita a Ballarò. A denunciare le irregolarità, riscontrate ieri in via Giovanni Naso e Nino Martoglio, è il Cabs, un'organizzazione di volontari attiva nel settore del bracconaggio. 

"I venditori vendevano - afferma l'organizzazione - quanto rubato alla natura (la fauna selvatica è per legge "patrimonio indisponibile dello Stato") in totale tranquillità. Un reato, quello di ricettazione, che dovrebbe colpire anche gli acquirenti, i quali, invece, approfittando di un luogo della città che sembra godere di una inquietante propria sovranità, si affollavano nei banchi abusivi". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Più di 7 milioni di euro di immobili all'asta, come aggiudicarsi le 36 case in viale del Fante

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento