Smartphone e tablet in vendita in una bancarella all'Albergheria: denunciato

Alcuni poliziotti in borghese si sono finti clienti ed hanno chiesto al venditore, un malesiano di 32 anni, la provenienza degli oggetti tecnologici. Lui non ha saputo rispondere: dovrà rispondere di ricettazione. Sequestrati anche un pc e una bici

La merce sequestrata

Stava provando a vendere diversi oggetti tecnologi in un banchetto all'Albegheria ma alcuni poliziotti in borghese, del Commmissariato “Oreto-stazione”, lo scorso 2 gennaio si sono finti clienti lo hanno scoperto. Per H.H., 32 anni, malese, è scattata una denuncia per ricettazione. Nella sua postazione di vendita, improvvisata in via Angelo Musco, erano esposti cinque smartphone e due tablet. Gli agenti gli hanno chiesto quale fosse la loro provenienza ma lo straniero non ha saputo rispondere. Vale lo stesso per un pc portatile (un Vaio bianco della Sony), nascosto sotto il banchetto, e per una bicicletta da passeggio Atala nera con inserti grigio/bianchi posteggiata a pochi passi dalla postazione. 

Il materiale è stato sequestrato. I proprietari degli oggetti possono contattare il Commissariato “Oreto-stazione” chiamando il numero di telefono 091/7438111. Tre dei cinque smartphone sono Samsung. Gli altri due sono dei Huawei. I tablet invece sono un Akai nero ed un Alcatel bianco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

Torna su
PalermoToday è in caricamento