Supermercato al posto dei locali di Biagio Conte, l'appello: "Aiutiamolo"

Il senatore de L'Altra Europa con Tsipras, Francesco Campanella, si schiera col missionario a proposito della vendita dei capannoni tra via Archirafi e via Tirassegno

Biagio Conte

Tempi duri per Biagio Conte, da 27 anni al fianco degli ultimi. Le ultime voci parlando di un supermercato al posto dei locali destinati finora alla Missione Speranza e Carità. Il senatore de L'Altra Europa con Tsipras, Francesco Campanella, lancia un appello per scongiurare la vendita dei capannoni tra via Archirafi e via Tirassegno, gestiti da Biagio Conte nell'ultimo ventennio. "Siamo al fianco di Biagio Conte e del comitato spontaneo nato attorno alla Missione Speranza e Carità in questa difficile battaglia per la restituzione di una parte della struttura gestita dalla comunità".

Secondo Campanella, che ha ascoltato le testimonianze dei componenti del comitato spontaneo, “è compito delle istituzioni non lasciare sola la Missione di Biagio Conte, diventata negli anni barlume di speranza per tanti cittadini, non soltanto migranti, ma sempre più spesso anziani cittadini italiani abbandonati dai figli, famiglie in difficoltà economica, ragazze madri, che trovano una porta aperta e un pasto caldo, quando tutte le altre porte sono invece chiuse”.

Biagio Conte nei giorni scorsi aveva lanciato un appello al Papa e al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. "Sui capannoni - si legge in una nota - il comitato di via Archirafi ha condotto una lunga battaglia che, dopo anni di interlocutori pronti ad allargare le spalle, ha trovato invece conferma in un documento dell'Asp di Palermo, nel quale si suggeriva al curatore fallimentare di bonificare i tetti della 'ex Fonderia Basile' dall'amianto 'in scadente stato di conservazione'".

“Il timore – sottolinea Campanella – è che, a fronte degli elevati costi da sostenere per ottemperare all'invito dell'azienda sanitaria di Palermo, si sia scelta la più facile strada della vendita della struttura al fine di realizzare un nuovo supermercato in città, che avrebbe l'unico effetto di far lucrare pochi e costringere invece alla chiusura le tante piccole botteghe del quartiere”.

“Per questo motivo – conclude il senatore de L'Altra Europa – rispondo all'appello del comitato di quartiere per impedire che la struttura smetta di essere gestita dalla Missione Speranza e Carità. Sono certo che saremo in tanti a rispondere all'appello dei cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Calcio palermitano in lutto, è morto Carmelo Bongiorno

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento