Zen, vandali alla scuola Falcone: "Hanno rubato tutto, anche il sorriso dei bambini"

Vetri rotti, estintori svuotati tra i corridoi, giocattoli rubati e locali a soqquadro. L'incursione nell'istituto di via Marchese Nicolò Pensabene ha gettato nello sconforto la preside: "Hanno portato via pure le giostre gonfiabili, ci eravamo illusi di aver costruito qualcosa nel quartiere"

I locali della scuola messi a soqquadro dai vandali

Hanno rotto i vetri, svuotato gli estintori tra i corridoi e hanno rubato i giocattoli dei bambini. I vandali sono tornati in azione alla scuola Giovanni Falcone di via Marchese Nicolò Pensabene, allo Zen. A darne comunicazione lo stesso istituto in una pagina Facebook gestita da alcuni insegnanti. "Lunedì si torna a scuola. I bambini - si legge sui social - avranno voglia di rivedere le maestre, le aule, i propri giochi. Questa volta però il sorriso scomparirà rapidamente dal loro volto quando scopriranno che vandali abietti e dissociati sono entrati a scuola ed hanno rubato alcuni giochi”. L’episodio, avvenuto tra mercoledì notte e oggi, ha gettato nello sconforto la preside Daniela Lo Verde: “La scuola è dei bambini e non possiamo difenderla solo noi. Abbiamo bisogno dell’aiuto del quartiere”, dichiara a PalermoToday.

Dopo aver trovato tutto a soqquadro la dirigente scolastica ha contattato i carabinieri per consentire loro di constatare il furto ed effettuare i rilievi. “Hanno colpito al cuore la scuola rubando i giochi che servivano a dare un sorriso ai nostri piccoli alunni, come le giostre gonfiabili che qualcuno ci aveva donato (foto allegata), cucine in plastica per bambini e i pouf dove si sedevano per ascoltare favole e racconti delle maestre. Fino ad oggi ci eravamo illusi di aver costruito qualcosa nel quartiere, ma quest’ultimo episodio - conclude la preside - ci ha scossi parecchio”. Amarezza che però, come accaduto già in passato, la comunità scolastica dell’istituto Falcone è pronta a gettarsi alle spalle. “Sono dei brutti colpi ma non ci arrendiamo, vogliamo ricomprare questi giochi e vorremmo che gli abitanti dello Zen 2 ci aiutassero a difendere la loro scuola”.

“Questi individui - conclude le insegnanti nel post pubblicato sui social - dovrebbero osservare l'espressione triste di questi bambini ai quali hanno sottratto per l'ennesima volta il sorriso. Ogni danno arrecato alla scuola è un danno fatto ai bambini. Questo gesto suscita profonda indignazione e sollecita l'intera comunità, della scuola e del quartiere, ad una collaborazione sempre più attiva".

"L'istituto Giovanni Falcone ogni giorno è in prima linea per la legalità. Ogni danno arrecato alla scuola - scrive su twitter Marco Bussetti, ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - è un danno fatto ai bambini. Oggi come ieri non lasceremo sola questa comunità scolastica".

L’istituto, colpito l’ultima volta dai vandali a giugno dello scorso anno, non risulta dotato di impianto di videosoreveglianza. Chiunque volesse intervenire e dare il proprio contributo, può farlo attraverso il conto corrente intestato all’Istituto comprensivo “statale Giovanni Falcone”, aperto presso l’agenzia 2 Palermo del Credito Valtellinese, e utilizzare il numero Iban IT74Q0521604601000008014675.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento