Vampe di San Giuseppe e "soliti" sassi contro polizia, furia Orlando: "Scene vergognose"

Il sindaco fa il bilancio del weekend di fuoco e tuona: "E' inaccettabile". Sono stati circa una ventina gli interventi della Rap (in diverse zone della città) per rimuovere diversi quintali di legna

La vampa a Ballarò

Sono stati circa una ventina gli interventi "preventivi" svolti dalla Rap - in diverse zone della città - per rimuovere diversi quintali di legna in occasione delle tradizionali vampe di San Giuseppe. Ma anche quest'anno la musica a Palermo non è cambiata. "In questi giorni in alcuni quartieri si è ripetuta la triste e inaccettabile scena degli attacchi ai vigili del fuoco e alle forze di polizia intervenute per spegnere le 'vampe di San Giuseppe'", dice Leoluca Orlando, che fa il bilancio del "weekend di fuoco". Nella zona della Guadagna, ma anche Brancaccio e Zisa, bande di ragazzini hanno lanciato sassi e assi di legno contro le forze dell'ordine tentando di ostacolare il loro intervento.

"Oltre ad esprimere la mia più totale solidarietà a coloro che, mentre intervenivano per garantire la sicurezza dei cittadini, sono stati vittime di vergognosi attacchi, non posso che condannare quei comportamenti che nulla hanno a che vedere con la festa e con la tradizione religiosa", prosegue il sindaco, commentando gli episodi di violenza avvenuti in alcuni quartieri contro le forze dell'ordine e i vigili del fuoco".

Il sindaco chiude così: "Accanto alla repressione e alla prevenzione occorre quindi che tutti, dalle istituzioni, alla scuola e alla chiesa, lavorino per un vero cambiamento culturale, grazie al quale la festa sia tale e non sia occasione per illegalità e violenza gratuita".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Dominic Lapierre aveva scritto il romanzo "La città della gioia", ambientato in India. Per Palermo qualcuno dovrebbe scrivere "La città dello sterco"

  • Avatar anonimo di Claudio
    Claudio

    E te pareva che non c'era il solito messaggio denigratorio di risorgeremo... ma ogni tanto scriva pure qualcosa in linea con il nick scelto! Che so... Palermo migliorerà ecc ecc... io non mi sento di avere la mentalità mafiosa come credo anche tante migliaia di palermitani...

  • Solidarietà ad Orlando rappresentante del popolo palermitano anche in queste occasioni...bellissima la foto del troglodita con la clava che a stento riesce a mantenere la posizione eretta con i piccoli ominidi entusiasti sullo sfondo..

  • Avatar anonimo di tony
    tony

    Caro orlando come al solito la colpa e' tua.in america negli anni 50 nei quartieri italiani ma specialmente meridionali,c'era l'usanza della vampa.sai che faceva il sindaco di newyork metteva un giorno prima una pattuglia di police nel luogo in cui sarebbe avvenuta la vampa e non veniva accesa.x te e' difficile pensare al futuro x questo quest'anno faccio votare pure i paralitici contro di te.in 15 anni non sei stato in grado neanche di levare l'immondizia dalle strade.

  • Purtroppo Palermo non è la città della cultura ma della mentalità mafiosa! Schifo!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tragedia allo Zen, bambino di un anno muore soffocato da un'oliva

  • Incidenti stradali

    Incidente in via Enrico Albanese: ragazzo in prognosi riservata

  • Cronaca

    Piazza Turba, a fuoco negozio di bici: migliaia di euro di danni

  • Elezioni comunali 2017

    Orlando contro il cielo: "E' l'ultima volta che mi candido, no al ritorno della palude"

I più letti della settimana

  • Omicidio di mafia in via D'Ossuna, Giuseppe Dainotti ucciso in strada a colpi di pistola

  • E' in vendita anche a Palermo la “marijuana legale”: ecco dove si può comprare EasyJoint

  • "Quando Raffaele Cutolo pisciò addosso a Totò Riina": le nuove rivelazioni

  • Rapinatore e killer mafioso dal destino segnato, la storia del boss Dainotti: "Uccidetelo"

  • Emma Marrone accusata di razzismo: "Non vuole esibirsi a Palermo"

  • Oscar, sequestrati 1.000 chili di prodotti: “Cassate e gelo di melone mal conservati”

Torna su
PalermoToday è in caricamento