"Un fiore per Giulia", l'iniziativa benefica della famiglia Foresta

I genitori della ragazza, deceduta lo scorso 1 agosto mentre faceva parasailing, invitano chi volesse mandare fiori o pubblicare necrologi ad astenersi, destinando piuttosto il corrispettivo in un conto il cui ricavato verrà devoluto in beneficenza

La giovane Giulia Foresta

Un gesto di cuore della famiglia Foresta, "Interpretando i sentimenti e la sensibilità della propria figlia". A fronte dei tanti attestati di solidarietà, necrologi pubblicati ed omaggi floreali ricevuti, la famiglia Foresta fa sapere che preferirebbe che queste soldi venissero spesi a fin di bene. Nonostante il dolore per la prematura scomparsa della ragazza, i genitori hanno voluto comunicare tramite i giornali la volontà di destinare certe somme in un conto corrente postale il cui ricavato verrà devoluto in beneficenza. La famiglia si riserva di comunicare tale nome in un secondo momento.

Chi volesse potrà donare una qualunque somma di denaro attraverso il conto corrente n.1014338956 intestato a "Foresta Angelo" specificando la causale "Un fiore per Giulia". Diversamente lo si potrà fare tramite bonifico bancario sullo stesso conto presso Poste Italiane spa con il codice Iban IT70X0760104600001014338956, intestato sempre a "Foresta Angelo" con causale "Un fiore per Giulia".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    "Governo parallelo basato su favori, amici e nemici": l'Antimafia disegna il sistema Montante

  • Politica

    Decreto Sicurezza, Orlando aggira gli uffici: avanti con le pratiche di residenza ai migranti

  • Politica

    Sgombero immediato per le case abusive in zone a rischio, via i sindaci che non applicano la legge

  • Cronaca

    "Dal totonero alle scommesse on line", così Splendore è diventato il "re" del gioco

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento