Striscione choc degli ultras davanti allo stadio: "Speziale libero"

E' stato firmato Curva Nord 12, la tifoseria organizzata più numerosa del Palermo. Il riferimento è al giovane tifoso del Catania condannato per omicidio preterintenzionale per la morte dell'ispettore capo della polizia di Stato, Filippo Raciti, negli scontri tra tifosi rosa ed etnei

"Gli ultrà non dimenticano, Speziale libero". E' lo striscione firmato Curva Nord 12, la tifoseria organizzata più numerosa del Palermo, che è stato affisso ieri pomeriggio sulla cancellata del Barbera al termine della partita di Serie D vinta 3-1 dai rosanero contro il Marina di Ragusa.

Il riferimento è ad Antonino Speziale, il tifoso del Catania condannato per omicidio preterintenzionale per la morte dell'ispettore capo della polizia di Stato, Filippo Raciti, negli scontri del derby di Serie A fra Catania e Palermo del 2 febbraio 2007. Speziale tornerà in libertà nel 2021: a marzo il Tribunale di sorveglianza di Palermo ha rigettato la richiesta di affidamento al servizio sociale e dichiarato inammissibile la detenzione domiciliare. Speziale è stato condannato ad altri sei mesi per avere assistito a un allenamento del Catania, mentre era sottoposto a Daspo. Al momento degli scontri Antonino Speziale era infatti ancora sedicenne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

  • Incidente nella notte ad Altofonte, scontro frontale tra auto: morto 31enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento