Ballarò, uccelli protetti in vendita a 10 e 25 euro: "Ricca vigilia di Natale per i bracconieri" 

A denunciare il fenomeno l'associazione antibracconaggio Cabs che domenica 24 dicembre ha fatto visita al mercato. I volontari lanciano un appello ai palermitani onesti: "Non acquistateli"

Un raro esemplare di frosone

Non si ferma, nemmeno durante le feste, la vendita di fauna protetta nel mercato di Ballarò. "Domenica 24 dicembre - denuncia l'associazione antibracconaggio Cabs -  erano esposti oltre 150 cardellini, venduti ad un presso minimo di 10 euro cadauno, ma vi erano anche rari frosoni, uccelli protetti dalla legge, venduti a 25 euro ad esemplare e le peppole, altri uccelli che si vedono raramente solo nel periodo invernale, proposti ad un prezzo minimo di 20 euro ciascuno". E' stata dunque una ricca vigilia di Natale quella dei bracconieri di Ballarò. "Tranquillizzati dalla scarsità degli interventi repressivi - continua il Cabs - hanno avuto mano libera nella vendita".

Secondo l'associazione antibracconaggio "la rinuncia dello Stato a colpire gli uccellatori ed a farli sloggiare dalla piazza, com’è avvenuto in altri luoghi per i parcheggiatori abusivi, rappresenta una gravissima sconfitta delle istituzioni, incapaci di far rispettare le leggi". I volontari lanciano un appello ai palermitani onesti: "Non acquistate gli uccelli protetti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Belmonte, Bmw finisce fuori strada e prende fuoco: morti due ragazzi

  • Via Maqueda, colpito alla testa mentre passeggia: grave 33enne

  • Rovigo, palermitano strangola e uccide la moglie di 23 anni

  • Il duplice omicidio allo Zen, veglia notturna non autorizzata ai Rotoli: familiari allontanati

  • Mafia, sequestrato tesoro del boss Salerno: ci sono anche tabaccheria e focacceria

  • Pallavicino, prof rimprovera alunna: la mamma si fionda a scuola e lo schiaffeggia

Torna su
PalermoToday è in caricamento