Trombocitopenia immune, meeting scientifico al Cervello

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

E’ una malattia autoimmune della coagulazione, caratterizzata da distruzione o produzione ridotta di piastrine. E’ la Trombocitopenia immune (Itp), patologia che nasconde ancora grandi incognite, legate alla sua eterogeneità, all’assenza di test diagnostici (la diagnosi è un processo di esclusione)  e di biomarkers di attività e quindi anche alla sua complessa gestione. Nuovi farmaci e una maggiore comprensione dei meccanismi fisiopatologici hanno comunque consentito negli ultimi 50 anni una migliore gestione della malattia. Una giornata interamente dedicata alla Itp è in programma venerdì 27 settembre a Palermo all’Ospedale Cervello con l’Itp Meeting, promosso dall’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia Cervello, con il Dipartimento di Ematologia e Malattie rare del sangue, e dalla Fondazione “Franco e Piera Cutino”. Una giornata di studio per approfondire gli aspetti fisiopatologici e diagnostici dell’Itp e confrontarsi sulla gestione di soggetti particolari e pazienti refrattari. Il Meeting, presieduto dal Prof. Aurelio Maggio Direttore del Campus di Ematologia “Cutino”, a numero chiuso per gli iscritti, si svolgerà nella struttura ricettiva “CasAmica” al Campus di Ematologia Cutino con inizio alle ore 9 e vedrà la partecipazione di alcuni fra i maggiori esperti della malattia internazionali e nazionali di Palermo, Messina,Catania,Reggio Calabria, Genova e Milano.  Il meeting prevede quattro sessioni, tre mattutine e una pomeridiana, più una tavola rotonda conclusiva sulla Rete siciliana delle Piastrinopenie immuni, con la partecipazione dei sette medici siciliani dei principali centri dell’isola.  “Un nuovo prestigioso appuntamento scientifico nel campo delle malattie del sangue – sottolinea il Direttore Generale Walter Messina – che conferma il ruolo centrale che la nostra Azienda riveste nel settore degli studi e della ricerca ad alti livelli”. 

Torna su
PalermoToday è in caricamento