Al Tribunale fa troppo caldo, scatta la protesta dei dipendenti

Da due anni il sistema di climatizzazione non funziona. Cancellieri, autisti, commessi, magistrati, che lavorano al terzo piano del palazzo di giustizia, sono in agitazione. "Lavorare è impossibile"

Troppo caldo negli uffici del Tribunale dove da 2 anni il sistema di climatizzazione non è in funzione: così scatta la protesta. Cancellieri, autisti, commessi, magistrati, che lavorano al terzo piano del palazzo di giustizia, sono in agitazione. “La temperatura - spiega Sandro Cardinale della Usb - è elevatissima, non solo a causa del caldo esterno, ma anche per i pc, anche cinque per stanza, le stampanti e gli altri mezzi elettronici che si utilizzano. Così lavorare è ormai impossibile”. (Ansa)
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento