"Illegittimo il licenziamento di due ex pip", il tribunale accoglie il ricorso

I giudici hanno dato ragione a Francesco Lo Nardo e Vincenzo Arcoleo, estromessi dalla Regione dal cosiddetto "bacino emergenza Palermo" con l'accusa di avere commesso reati

Il tribunale di Palermo

Il tribunale civile di Palermo ha accolto il ricorso presentato da Francesco Lo Nardo e Vincenzo Arcoleo, due ex Pip che erano stati estromessi dalla Regione dal cosiddetto "bacino emergenza Palermo" con l'accusa di avere commesso reati. Il progetto aveva lo scopo di reinserire nel mondo del lavoro ex detenuti. Gli avvocati Gianfranco Arico', Riccardo Ferrara e Cristiano Pagano che difendono i due lavoratori precari hanno dimostrato che si trattava di un atto illegittimo visto che i loro assistiti non avevano commesso più reati e nel loro caso il programma di inserimento era stato rispettato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Più di 7 milioni di euro di immobili all'asta, come aggiudicarsi le 36 case in viale del Fante

Torna su
PalermoToday è in caricamento