Tutto pronto, si parte: mercoledì la prima corsa ufficiale del tram

I palermitani, dal 30 dicembre 2015 alle 12, dovranno "armarsi" di biglietto per attraversare la città a bordo dei 17 "Bombardier" bianchi. Quattro le linee, che collegano soprattutto la periferia al centro. Orlando: "Un passo storico"

Il sindaco Orlando sul tram

Tutto pronto, si parte. Il nuovo tram effettuerà la sua prima corsa a pagamento mercoledì 30 dicembre, alle 12, partendo dalla stazione Notarbartolo. Diciassette in tutto le vetture, ognuna da 250 posti di cui 56 a sedere, che invaderanno i binari piazzati in tutta la città, cercando di sfruttare "l’onda verde" con i semafori a tempo, che dovrebbero consentire di arrivare ad una frequenza di 7 minuti. Sarà il sindaco Leoluca Orlando a inaugurare il nuovo sistema di trasporto pubblico cittadino, alla presenza, tra gli altri, del presidente del Consiglio comunale, Salvatore Orlando, del presidente dell'Amat, Antonio Gristina, del direttore di esercizio del tram, Gianfranco Rossi e varie autorità politiche e istituzionali della città. Ci sarà anche il ministro per le Infrastrutture, Graziano Delrio.

DALLE ORIGINI A OGGI - Il progetto del tram, nato negli anni '90, tanto da essere uno dei "temi caldi" della campagna elettorale del 1997, ha mosso i primi concreti passi nel 2000, quando l'Amministrazione guidata da Leoluca Orlando ottenne un primo stanziamento di 161 miliardi di lire da parte della Banca Europea per gli Investimenti. Il costo complessivo dell'opera è stato di 322 milioni di euro, di cui soltanto 87 a carico della città di Palermo, tramite un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti, e il resto a carico dell'Unione Europea e dello Stato. Il Rup è stato l'ingegnere Marco Pellerito dell'Amat.

LEGGI ANCHE - LO SPECIALE: "LA LINEA PIU' BELLA D'EUROPA"

MEZZI E LINEE - I diciassette "Bombardier" bianchi correranno su corsie ben separate dalla superficie stradale attraverso barriere di demarcazione alte circa un metro. L'asse tranviario sarà percorribile anche dalle vetture in eventuale situazione di emergenza, ai sensi del Codice della strada. Il progetto ha previsto la costruzione di quattro differenti linee per un totale di circa 17 chilometri, che collegano alcune periferie al centro cittadino e, più in particolare, alle principali stazioni del passante ferroviario e del sistema ferroviario metropolitano. La linea 1 unirà il quartiere di Roccella/Brancaccio alla Stazione centrale. Le linee 2, 3 e 4 avranno parte del percorso sovrapposto: la linea 2 condurrà dal quartiere Borgo Nuovo alla Stazione Notarbartolo, mentre la linea 3 andrà dalla stessa stazione a San Giovanni Apostolo e la linea 4 dalla stazione all'incrocio tra via Pollaci e corso Calatafimi, lungo la circonvallazione.

LA GESTIONE - A gestire il servizio fino al 2035, secondo quanto deciso tra le polemiche dal Consiglio comunale, sarà l'azienda partecipata Amat, attualmente a capitale interamente del Comune di Palermo. Negli ultimi mesi l'azienda ha provveduto alla predisposizione del regolamento d'esercizio, che sarà diretto dall'ingegnere Gianfranco Rossi, ha formato i macchinisti, ha effettuato le verifiche tecniche e i collaudi "su strada" e preparato il piano di manutenzione sia degli impianti che delle vetture. Per garantire all'azienda partecipata le entrate economiche necessarie, però, l'Amministrazione ha approvato, insieme al contratto di servizio con l'Amat, il ritorno delle Ztl, che dovrebbero far entrare in cassa circa 30 milioni di euro l'anno.

"Si conclude un iter da me cominciato e non posso nascondere l'emozione, perché l'avvio delle corse del tram rappresenterà un passo storico per lo sviluppo di un sistema della mobilità sostenibile e veloce - ha detto il sindaco Orlando - che sarà uno degli elementi chiave su cui vogliamo definire la forma della nuova città. Grazie ai tram, migliaia di cittadini avranno una ulteriore e sempre più valida alternativa al mezzo privato, come scelta ecologica e di vita".

In particolare sono previste le fermate:

Linea 1
Roccella/Forum Palermo (interscambio con passante ferroviario), Laudicina, Di Vittorio, Reber, XXVII Maggio, Bacile, Sperone, Bione, Amedeo d'Aosta, Missori
San Giovanni dei Lebbrosi, Ponte dell'Ammiraglio, Ponte tranviario sul Fiume Oreto, Tiro a segno, Ingrassia, Randazzo, Stazione di Palermo Centrale - interscambio con passante ferroviario.

Linea 2
Largo Piazza Armerina/S. Paolo, S. Cristina, Modica, Deposito, Michelangelo/Castellana, Campo Ribolla, Casalini, Beato Angelico, Uditore, Einstein, viadotto Einstein, Galilei/Pacinotti, Respighi, Stazione Notarbartolo (interscambio con passante ferroviario)

Linea 3
Stazione Notarbartolo (interscambio con passante ferroviario), Respighi, Galilei Pacinotti, Einstein, viadotto Einstein, Uditore, Beato Angelico, Casalini, Campo Ribolla, Michelangelo Castellana, Michelangelo/U.R. 10, Centorbe, Terminal Cep.

Linea 4
Stazione Notarbartolo (interscambio con passante ferroviario), Respighi, Galilei Pacinotti, Einstein, viadotto Einstein, Platen, Settembrini, Perpignano Est, Emiri Est, Amia Est, Portello, Vignicella Est, Pagano, Calatafimi Pollaci, Vignicella Ovest, Giuseppe Pitrè, Emiri Ovest, Amia Ovest, Perpignano Ovest, Regione Siciliana Uditore, Regione Siciliana, viadotto Einstein.

VIDEO: I PRIMI PASSI DELLE VETTURE IN CITTA'

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (17)

  • Avatar anonimo di Alessandro Baol
    Alessandro Baol

    Otto anni di lavori e buona parte della periferia viene esclusa... sempre più una Palermo di serie A ed una di serie B...

    • Quindi brancaccio, roccella, sperone, corso dei mille, ecc...tu li consideri periferie di serie A??

  • Sarà un fallimento totale, secondo me

  • a tutti gli scettici mi permetto di fare notare che con il tram tanti cretini potranno mandare sms in continuazione senza rischiare di creare incidenti con le macchine

    • Ma il problema non è questo!!! Chi è scemo e manda sms se non può prendere il tram per andare al lavoro perché il tram non arriva dove deve andare.. comunque continuerà a mandare sms dal mezzo che sta guidando..

  • abbi pazienza marco vedrai che tra qualche anno faranno una linea da notabartolo fino a viale strasburgo. mica possono fare tutto in un colpo.

  • Che grandissimo spreco di soldi! meno male che hanno usati i soldi della comunità europea ... Sta buffonata durerà massimo qualche mese .. Ma poi un tram in posti proprio inutili!! manco fate un tram che va dal politeama alla stazione centrale o fino al viale strasburgo o viale belgio.. ma che cag**a sarà sto tram

  • Il tram va immesso in aree chiuse al traffico... va immesso in aree dove le auto se proprio devono circolare devono avere anche spazio per gestire un imprevisto.... Anche io sono curiosa di salirci, ma da qui a dire che è un progetto fatto bene ne passa....

    • concordo.... e poi ricordatevi a che prezzo... € 100 ad auto per continuare a circolare li dove il tram non arriva!!!!!

  • Invece secondo me nn è così.. Perché tutta la gente che lavora in uffici o comunque in posti fissi e quindi nn costretta come me a doversi spostare diverse volte durante il giorno e in diverse zone. Potranno farsi un abbonamento annuale e sfuggire dallo stress del traffico e del parcheggio e risparmiare in soldi e in salute.. Magari avessi la possibilità io di poterlo fare.. Il sindaco Orlando tenta in tutti i modi di fare evolvere questa città ma fino a quando il popolo continua ad assumere questo atteggiamento da rassegnati non cambiarà mai niente e il tram come dici tu vaggerà sempre vuoto.. Io invece sono convinto che fra un paio d'anni ci sarà il 30% di traffico in meno e già sarebbe un grande passo avanti per noi che abbiamo questo reale problema del traffico.

    • finalmente uno che pensa positivo, come mè e poi ricordo a certi gufi che il tram a palermo esisteva gia ed arrivava fino a monreale e mondello. date tempo e vedrete che palermo sara una grande città.(palermitani permettendo naturalmente)

  • Ma a che serve così? posso andare dal corso dei mille alla stazione. E dalla stazione al viale strasburgo come ci vado??? (non prendo in considerazione i bus, o "trenini" che partono ogni 30 minuti).

    • Che poi.... hanno collegato due centri commerciali ma.uno l'hanno dimenticato???

  • questo sarà il simbolo "emblematico" del fallimento totale del nostro sindaco...quando si accorgeranno che questo tram viaggerà sempre vuoto...

    • Troppo pessimismo in giro... in Europa le linee dei tram non sono un fallimento... anzi. Tutto va anche visto in chiave futura con l'attivazione del passante metropolitano ferroviario e a quel punto esisterà un discreto sistema di trasporto di massa.

      • Anche se il tram lo facevano placato in oro e uno per ogni cittadino che li andava a prendere sotto il portone di casa e li portavano ovunque volevano si sarebbero lamentati lo stesso insultando tutto il sistema.. L uomo nasce per lamentarsi sempre ma il palermitano batte ogni record.. Per certa gente nn c'è speranza al mondo.. Ma perché nn si suicidano dato che nella loro esistenza e nella loro realtà vivono in un mondo di merda? Tiratevela in faccia e imparate a campare con un minimo di positività per il futuro che se no le cose sempre e solo più male vi possono andare.

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente al Villaggio, donna investita da un’auto davanti a una scuola: è grave

  • Cronaca

    Zen sotto assedio, perquisizioni nelle case: preso 22enne con pistola e coca

  • Cronaca

    Arriva il presidente cinese, città blindata: divieti e strade chiuse al traffico

  • Cronaca

    Omicidio Manzella, nottata di interrogatori: fari accesi sul mondo della droga

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Cocaina a gogò per i professionisti: terremoto nella mafia di Porta Nuova, 32 arresti

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

Torna su
PalermoToday è in caricamento