Tram, primi guai: saccheggiata macchinetta alla fermata di Borgo Nuovo

E' successo in piazza Santa Cristina. Sull'episodio indaga la polizia. Così il sindaco Leoluca Orlando: "Mi auguro che da parte di tutti si attivi una collaborazione con le forze dell'ordine per individuare i responsabili"

La macchinetta scassinata, fermata "Modica" - foto Domenico Stagno

Primi guai per il tram, una settimana e mezzo dopo il battesimo ufficiale. La scorsa notte è stata scassinata e saccheggiata una delle macchinette automatiche che emettono i biglietti. E' accaduto la notte scorsa, in piazza Santa Cristina, ad una fermata dal capolinea di Borgo Nuovo. Sull'episodio sta indagando la polizia. Una mano potrebbero darla le telecamere di videosorveglianza piazzate nella zona. 

"Il furto con scasso di una delle macchinette a Borgo Nuovo - ha commentato in una nota il sindaco Leoluca Orlando - è opera di alcuni incivili barbari, il cui operato oltre che un danno economico per l'azienda porta un danno per l'intera collettività. Mi auguro che simili comportamenti siano sempre piu' isolati e che da parte di tutti vi sia collaborazione con le forze dell'ordine per l'individuazione dei colpevoli". Si tratta del primo danneggiamento con furto dall'avvio del tram. Il distributore sarà riparato nelle prossime ore. La polizia sta effettuando gli accertamenti per quantificare il bottino del "colpo".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento