Tram, dopo l'Epifania si chiude il ponte di corso Calatafimi

Il tratto interessato dai lavori, sino ad aprile 2015, è quello a ridosso di via Giuseppe Pollaci e viale Regione Siciliana. Ecco le modifiche alla circolazione stradale. Pronta l'alimentazione elettrica delle linee in zona Cep. L'annuncio ai cittadini: "Prestare attenzione, si rischia la morte"

Traffico rivoluzionato per il tram dopo le festività con la chiusura del ponte di corso Calatafimi. L'Amministrazione comunica le variazioni al traffico che, dal prossimo 7 gennaio, riguarderanno via Giuseppe Pollaci e viale Regione Siciliana. Le modifiche, dovute alla realizzazione della piattaforma tranviaria, avranno effetto sino alla data prevista per la fine dei lavori, ovvero aprile 2015. In corso l'attivazione delle strutture necessarie per l'alimentazione elettrica nei pressi del Cep. L'annuncio del Comune ai cittadini: "Prestare massima attenzione, si rischia la morte".

Sul ponte di corso Calatafimi, sopra la circonvallazione, sia pedoni che auto non potranno circolare nella carreggiata di collegamento tra la via Pollaci e viale Regione Siciliana Nord Ovest, in direzione Trapani. In quest'ultima sarà istituito il doppio senso di marcia con ingresso e uscita da e su via Tasca Lanza, nella parallela in direzione Catania-Messina e sul prolungamento di via Tasca Lanza, nel tratto compreso tra via Pollaci ed il ponte Calatafimi. Inoltre, nella strada senza uscita sul ponte Calatafimi è stato istituito il divieto di sosta con rimozione coatta, per tutta la giornata, sul lato dei fabbricati (nelle foto in basso i percorsi alternativi suggeriti che saranno comunque indicati tramite la segnaletica).

Spostandosi in zona Cep, il Comune fa sapere che sono in corso di posa e messa in esercizio delle strutture necessarie per l'alimentazione elettrica di diverse linee. Da oggi al 23 dicembre saranno terminati i lavori relativi alle linea 3A, che dal Cep va alla rotonda di via Castellana e la linea 2, fra le fermate di via Modica e via Beato Angelico (quindi tutto l'asse di Viale Leonardo da Vinci). La linea montata sarà alimentata ad una tensione di 750 volt in corrente continua. Si dovrà evitare in modo assoluto qualsiasi contatto diretto o indiretto con i conduttori e gli isolatori della linea perché potrebbero causare la morte.

La linea ferrata, dunque, dovrà rimanere libera da ogni genere di ostacolo, pena la rimozione forzata e relativa sanzione. "I cittadini - si legge in una nota - sono invitati a prestare la massima attenzione, non attraversando l'area interessata dai binari se non in presenza degli appositi varchi". In caso di incidenti lungo la linea, si invita chiunque si trovi nelle vicinanze a contattare immediatamente il numero di emergenza 118, senza prestare soccorso, per il rischio di entrare in contatto con i conduttori o con altri oggetti in tensione. In ogni caso bisogna accertarsi dell'avvenuta disalimentazione delle linee in tensione e della loro messa a terra.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • Incidente a Partinico, perde il controllo dello scooter e cade: morto 21enne

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

Torna su
PalermoToday è in caricamento