Acqua meno torbida nell'invaso Poma, rientra l'emergenza: domani le scuole riaprono

Riattivato il prelievo idrico e, a regime ridotto, la potabilizzazione: nelle prossime 24 ore l'acqua dovrebbe essere reimmessa nella rete cittadina. Brancaccio, Settecannoli e Bandita i quartieri a secco. La mappa dei disagi a Palermo e provincia

Migliora la qualità dell'acqua, domani riaprono le scuole. "Nessuna proroga dell'ordinanza del sindaco" fanno sapere da Palazzo delle Aquile. Dalle 18 di oggi l'acqua dell'invaso Poma sarà immessa in acquedotto, con disponibilità nella rete cittadina nelle prossime 24 ore.

Ieri sera è stato riattivato il prelievo delle acque e conseguentemente si è proceduto al ripristino funzionale, a regime ridotto, del potabilizzatore Cicala di Partinico, riavviando i processi di trattamento, la cui ultimazione è prevista nell’arco della giornata odierna. Ultimato il trattamento di potabilizzazione, si procederà alla graduale immissione delle acque nell’adduttore Jato fino al raggiungimento dei serbatoi a servizio della zona nord di Palermo. Quella che ha patito di più l'emergenza causata dal fango che ha raggiunto gli invasi.

Interi quartieri sono rimasti senza acqua: Arenella, Vergine Maria, Mondello, Partanna, Zen, Pallavicino, San Lorenzo, Strasburgo, Cruillas, Libertà, Monte Pellegrino, Boccadifalco-Baida, Borgo Molara, Uditore. In queste zone l'erogazione idrica è in fase di riattivazione nelle prossime 24-48 ore. Brancaccio, Settecannoli e Bandita sono i rioni in cui l'acqua ancora non arriva e permangono forti disservizi. Disagi più contenuti nel centro storico e nei quartieri Oreto-Stazione, Politeama, Roccella, Ciaculli, Zisa, Cep, Borgo Nuovo, Bonagia-Falsomiele. 

"Effettuati i necessari controlli di qualità - informa l'Amap - verranno gradualmente riattivate le consegne ai Comuni della fascia costiera occidentale: Balestrate, Trappeto, Cinisi, Terrasini Aeroporto Falcone e Borsellino, Carini, Capaci, Isola delle Femmine ed alla rete di Palermo. L'elevata torbidità impedisce il prelievo delle acque dagli invasi Rosamarina e Scanzano ed il funzionamento a pieno regime del potabilizzatore Risalaimi". Nei Comuni della fascia costiera est - Ficarazzi, Villabate, Casteldaccia, Santa Flavia e Bagheria - erogazione idrica ridotta. A Corleone il commissario straordinario ha confermato l’ordinanza di non potabilità emessa il 4 novembre.

"L’amministrazione comunale - si legge in una nota inviata dall'Amministrazione bagherese - invita la cittadinanza, al fine di economizzare la risorsa idrica, a consumare con più oculatezza l’acqua limitandosi all’uso indispensabile sino a quando Amap informerà sulla risoluzione dell’emergenza.
Per quanto riguarda le scuole l’amministrazione comunale è in costante contatto con i dirigenti scolastici e, al momento, non si ravvisa l’esigenza di chiudere le scuole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Stress? Rabbia? Arriva a Palermo la Rage Room, la stanza dove puoi spaccare tutto

Torna su
PalermoToday è in caricamento