Il camionista palermitano che sognava una strage in nome dell'Isis: convalidato il fermo

Giuseppe Frittitta, di 25 anni, resta in carcere. Sui social si faceva chiamare Yusuf. Litigava con i suoi genitori, li definiva “miscredenti”. E' stato arrestato dalla sezione Antiterrorismo della Digos insieme a un marocchino. I due si allenavano per diventare "lupi solitari"

Giuseppe Frittitta

Il gip del Tribunale di Palermo ha convalidato il fermo dei due aspiranti 'lupi solitari' accusati di terrorismo islamico Giuseppe Frittitta di 25 anni, detto Yusuf, e il marocchino Ossama Ghafir di 18 anni, che restano in carcere. I due condividevano sui social materiale inneggiante l'Isis, e si allenavano per diventare "lupi solitari" ed aiutare la causa dei terroristi.

Si addestravano per fare attentati: due arresti 

A svolgere le indagini gli investigatori della Sezione Antiterrorismo della Digos di Palermo. Frittitta, convertito all'Islam, è stato fermato per essersi reso responsabile di aver pubblicamente fatto apologia di più delitti in materia di terrorismo, condividendo materiale avente carattere estremista-jihadista e mantenendo i contatti con persone, italiane e non, convertite alla fede islamica note per il loro livello di radicalizzazione. Il gip ha anche deciso che la competenza territoriale resta a Palermo.

Le intercettazioni

"Meglio morire che tradire". E ancora: “Moglie e figli sono proprietà del marito”. Poi, rivolgendosi alla madre: “Se dovessi avere una figlia, e la facessi crescere come volete voi, in Italia, allora dovrei tagliarle la testa”. Sono solo alcune delle agghiaccianti conversazioni intercettate che raccontano della radicalizzazione di Giuseppe Frittitta, il palermitano che lavorava come camionista.

Da Giuseppe a Yusuf

Aveva già il suo nome islamico, Yusuf El Saqilli: da tempo convertito all'Islam, inizialmente come un semplice fedele, poi con tendenze radicali e presunte volontà terroristiche, le circostanze che appunto hanno portato al suo arresto. Litigava con i suoi genitori, li definiva “miscredenti”. E in casa tanti litigi, e addirittura “mobili che volavano”.

“L'estremo livello di radicalizzazione di Frittitta – scrivono gli inquirenti – era comprovato dal conflittuale rapporto con i genitori, a seguito della sua conversione e adesione ai rigidi canoni della religione salafita”. Sul web aveva pure conosciuto una ragazza, marocchina, con cui avrebbe voluto convolare a nozze.

"Speriamo che non vada nell'Isis"

“Ma non posso vederla né frequentarla – diceva Frittitta – prima del matrimonio, perché così dice la mia religione”. Sotto shock i genitori, increduli per le sue decisioni, prima, e per quanto accaduto poi. Fino all'arresto. La madre in particolare, telefonando a un'amica diceva: “Speriamo che non va a finire come quelli dell'Isis”. Insieme a lui in manette ci è finito Ossama Ghafir, marocchino di 18 anni residente a Cerano, provincia di Novara. Sono entrambi ritenuti responsabili, a vario titolo, di reati in materia di terrorismo. In particolare, pare fossero in possesso di materiale che inneggiava all'Isis, lo divulgavano tramite i social network (Facebook e Instagram), nel tempo libero si sarebbero “esercitati” in vari modi, studiavano le tecniche dei kamikaze, si esercitavano su come poter sabotare i servizi pubblici.

Frittitta, originario di Palermo, più e più volte avrebbe pubblicamente fatto apologia di delitti in materia di terrorismo: condivideva, scrivono ancora gli inquirenti, “materiale avente carattere estremista e jihadista, mantenendo contatti con soggetti italiani e non convertiti alla fede islamica e noti per il loro livello di radicalizzazione”.

La conversione da estremista

Il suo “percorso” avrebbe preso il via circa un paio d'anni fa, quando Frittitta detto Yusuf ha cominciato a frequentare un luogo di culto islamico, in provincia di Palermo. Dopo aver conseguito l'abilitazione a condurre mezzi pesanti, camion e Tir, si è trasferito al Nord per motivi di lavoro. Qui avrebbe ancora “gonfiato” il suo livello di radicalizzazione, frequentando assiduamente luoghi di culto della provincia di Monza-Brianza (dove abitava) e intensificando le relazioni di amicizia con Ossama Ghafir e altri soggetti italiani e stranieri di fede islamica, e con posizioni estremiste.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (20)

  • Questi sono tutti robacciati©

  • non Chiamatelo Camionista che con questo appellativo si Degrina tutta la Categorie di Camionisti che non anno Nulla a Che Vedere Con questa Storia chiamatelo aspirante Terrorista

    • Fino a prova contraria, il mestiere è quello..

  • Ricordiamo che questo demente non ha ammazzato nessuno. Anche se, avendone la possibilità, lo avrebbe forse fatto...e pare che si stesse preparando a farlo. Quindi non ha senso parlare di "ergastolo" e roba simile. Men che meno vaneggiare di "guantanamo" e simili stupidaggini. Questo modo di ragionare denota una rozzezza culturale del tutto simile a quella di questo jihadista de noartri. È inutile chiedervi di ragionare, ma quantomeno vi consiglierei di tacere, in ossequi al vecchio adagio "meglio tacere e passare per sciocchi, che aprire la bocca e togliere ogni dubbio".

    • Avatar anonimo di giulio
      giulio

      non ha senso chiedere l'ergastolo per un essere che proggettava stragi contro il suo paese e innefiava a distruggere la democrazia? ti ricordo che l'ergastolo in Italia è commisurato in 30 anni di galera! Forse era meglio che seguivi il tuo consiglio

  • Avatar anonimo di Pie
    Pie

    Elemento guasto...... chiudetelo in isolamento al buio per 5 mesi.......il resto della pena ai lavori forzati....sto imbecille

    • 5 mesi? Almeno 5 anni, così esce cieco ed abbiamo risolto!

  • Avatar anonimo di giovanni
    giovanni

    Che bel pezzo di m*** che abbiamo partorito

  • Avatar anonimo di Joker
    Joker

    Curatelo...che ne so..un trattamento sanitario obligatorio..x qualche anno..un viaggio...in libia...senza ritorno...

  • però il Carcere farglielo Fare in Guatemala che Qui sono hotel x lui

    • Purtroppo Guantanamo non importa !

  • Miii... Na cosa I nutella

  • Ergastolo a questo pazzo.

  • Che testa di mi***!

  • come dicono in Nord Europa ù scannassi a lignati

  • Lapidazione pubblica come si usa nei paesi arabi.

  • Questo deve essere f*** così lui contento che sarà martire e noi tranquilli che non si può riprodurre

  • Frittitta voleva fare la frittata, ma non c'è riuscito.  

    • La fruttata o la frittola.

      • La fruittella.

Notizie di oggi

  • Politica

    Ecoambiente dal primo giugno lascia Bellolampo: tutti i servizi passano alla Rap

  • Cronaca

    Anello ferroviario, ultimatum di Rfi a Tecnis: "Un mese di tempo per riprendere i lavori"

  • Cronaca

    Bagheria, medico del pronto soccorso denuncia: "Aggredito dal padre di una paziente"

  • Cronaca

    Tenta furto in un supermercato in via Messina Marine: banda del buco in arresto

I più letti della settimana

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Travolto da una moto in via Notarbartolo: il cuore si ferma, salvato da due passanti

  • La droga "calabrese" venduta a Palermo, i nomi degli arrestati

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

  • "Paga o ti faccio chiudere il cantiere": ma lui si ribella e fa arrestare uno dei Graviano

Torna su
PalermoToday è in caricamento