Attentati Bruxelles, rafforzata sicurezza all'aeroporto e al porto di Palermo

Al Falcone-Borsellino potenziato il pattugliamento con unità cinofile e rafforzato il controllo delle aree esterne. Particolare attenzione alle procedure di imbarco e sbarco delle navi da Tunisi. Il prefetto: "Qui non c'è più rischio che in altre città"

Controlli antiterrorismo al porto di Palermo

Nessun allarme particolare, solo un "rafforzamento" della sicurezza. Dopo gli attentati terroristici all'aeroporto e nella metro di Bruxelles è stato innalzato il livello di allerta e sono stati aumentati i controlli anche a Palermo. Nelle aree dell'Aeroporto Falcone-Borsellino è stato potenziato il pattugliamento con unità cinofile, nell'ambito dei controlli interni sui viaggiatori che transitano dallo scalo aereo, rafforzando il controllo delle aree esterne. Mentre al porto particolare attenzione alle procedure di imbarco e sbarco, soprattutto per quanto riguarda le navi che arrivano da Tunisi.

E' una delle decisione assunta dal prefetto, Antonella De Miro, al termine dell'incontro convocato in seguito alla riunione del Comitato nazionale per l'Ordine e la Sicurezza pubblica, che si è tenuto ieri al Viminale dopo gli attentati. Innalzato anche il livello dei controlli ai passeggeri presso gli accessi ai varchi portuali. De Miro ha presieduto stamane una riunione tecnica di coordinamento delle forze di polizia a cui hanno partecipato il questore, il comandante provinciale dei carabinieri, il comandante provinciale della guardia di finanza, il comandante della capitaneria di porto, il dirigente zona 7^ polizia di frontiera, il dirigente del compartimento polizia stradale, il dirigente della polizia di frontiera marittima, il dirigente della sezione polizia stradale, il dirigente della polaria, il dirigente della polizia ferroviaria e il presidente dell'autorità portuale.

"E' stato effettuato un aggiornato punto di situazione sulla attuazione - afferma una nota - delle vigenti pianificazioni antiterrorismo, elaborate in esecuzione delle direttive già nel tempo impartite dal Ministero dell'Interno". E' stato ulteriormente innalzato il livello di sicurezza anche mediante il potenziamento dei posti di blocco specie nel centro urbano del capoluogo, per il controllo di persone e mezzi circolanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Su Palermo non esiste un allarme particolare - ha detto al termine dell'incontro il Prefetto - e non è una città più a rischio delle altre. La sicurezza è stata rafforzata, con l'attenzione dovuta dopo i terribili fatti di ieri. Ma il nostro è un lavoro continuo e costante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

Torna su
PalermoToday è in caricamento