Terrasini, Capo Rama rinasce: iniziati i lavori di bonifica

La Riserva Naturale Orientata tra gli anni settanta e ottanta è stata oggetto di un abusivismo selvaggio che ha deturpato il contesto naturale e paesaggistico della zona. L'importo totale dei lavori è di 250 mila: li farà una ditta di Partinico

Sono iniziati gli interventi di bonifica e di acquisizione bonaria dei terreni in zona A e B della Riserva Naturale Orientata di Capo Rama, che tra gli anni settanta e ottanta è stata oggetto di un abusivismo selvaggio che ha deturpato il contesto naturale e paesaggistico della zona. Lo rende noto il comune di Terrasini.

"Il progetto - si legge una nota - approvato con delibera di Giunta Municipale n. 69 del 28/12/2012, è stato finanziato nell’ambito del Po Fesr 2007-2013, Asse 3 Obiettivo specifico 2, per rafforzare la rete ecologica siciliana, favorendo la messa a sistema e la promozione delle aree ad alta naturalità e conservando la biodiversità in un’ottica di sviluppo economico e sociale sostenibile e duraturo”. 

L’importo totale dei lavori è di 250 mila euro, la ditta aggiudicataria dell’appalto la “Oceania Restauri srl” di Partinico. Il progetto prevede due linee di interventi: il primo riguarda la bonifica delle aree già acquisite al patrimonio comunale, il secondo l’acquisizione bonaria al patrimonio demaniale regionale di lotti privati.

"Questo importante obiettivo - fanno sapere dal Comune - è stato raggiunto grazie alla sinergia tra il Comune di Terrasini, ente attuatore, e il Wwf Italia, ente gestore della Riserva di Capo Rama, che già dal 2005 hanno rincorso l’assessorato regionale Territorio e Ambiente per ottenere il finanziamento delle somme necessarie al recupero della zona".

Norino Ventimiglia-3Esprime soddisfazione per il risultato ottenuto, l’assessore all’Urbanistica, Norino Ventimiglia (nella foto a destra), il quale evidenzia che già nella sua precedente esperienza amministrativa aveva seguito con particolare attenzione l’intera vicenda. “Questo rappresenta un momento importante della nostra attività amministrativa – sottolinea Ventimiglia – perché finalmente si restituisce alle sue finalità naturalistiche e paesaggistiche questa importante parte del territorio di Terrasini, dove già qualche anno fa si era intervenuti per la messa in sicurezza della torre di Capo Rama da cui prende il nome la Riserva".

"Ripristinando lo stato naturale dei luoghi, si determinano le condizioni per una migliore e più coerente fruizione della Riserva, oltre che ad affermare il rispetto della legalità. Ringrazio - conclude - gli uffici comunali e l’ente gestore, nella persona della dottoressa Laura Genco, per la fattiva e indispensabile partecipazione al raggiungimento di questo storico risultato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento