Termini Imerese: uccide la moglie e spara alla figlia, poi si suicida

Agostino Bova, 56 anni, era stato licenziato un anno e mezzo fa dalla Fiat di Termini Imerese. Secondo indiscrezioni per motivi disciplinari. La figlia trasportata al Civico in elisoccorso, non sembrerebbe in pericolo di vita

Dramma a Termini Imerese. Un uomo in preda a un raptus ha ucciso la moglie e sparato alla figlia, poi si e' suicidato. La figlia adesso si trova in gravi condizioni all'ospedale Civico. L'uomo, Agostino Bova, 56 anni, era stato licenziato un anno e mezzo fa dalla Fiat di Termini Imerese. Secondo indiscrezioni si sarebbe trattato di un licenziamento per motivi disciplinari. La moglie si chiamava Margherita Carollo e aveva 51 anni. La figlia Ornella, 30 anni, è stata trasportata a Palermo con l'elisoccorso. E' stata sottoposta a una tac al cranio e non sembra abbia subito lesioni cerebrali. Il proiettile non avrebbe trapassato la scatola cranica. Non sembrerebbe in pericolo di vita.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli spostamenti della turista bergamasca: "Ha girato per Palermo, indagini su dove è stata"

  • Coronavirus, primo caso a Palermo: turista di Bergamo è positiva

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Coronavirus a Palermo, i contagiati tra i turisti bergamaschi salgono a tre

  • Coronavirus, Musumeci: "Sospensione lezioni nelle scuole di Palermo e provincia"

  • Incidente in autostrada a Tommaso Natale, morto un automobilista

Torna su
PalermoToday è in caricamento