Topi e muffa al tribunale di Termini Imerese, Uil: "Salute dei lavoratori a rischio"

Trovata la carcassa di un ratto all'ufficio Notifiche. Il sindacato chiede l'intervento dell'Asp: "Situazione gravissima, che non può rimanere irrisolta"

Il tribunale di Termini Imerese - foto archivio

Topi nell'ufficio notifiche del Tribunale di Termini Imerese, dove qualche giorno fa è stata trovata la carcassa di un ratto. A denunciare il degrado degli uffici è la Uil pubblica amministrazione di Palermo, che in una lettera inviata dal segretario generale Alfonso Farruggia al presidente del Tribunale Raimondo Loforti esprime "forte preoccupazione" per i lavoratori la cui salute potrebbe correre dei rischi proprio a causa della presenza dei roditori.

"Una situazione gravissima che non può rimanere irrisolta - spiega Farruggia -: abbiamo segnalato tutto all'Asp affinché le condizioni degli uffici siano monitorate sotto il profilo igienico-sanitario". Il sindacato chiede la sanificazione immediata dei locali.

"Non si tratta del primo episodio - aggiunge il segretario - bensì di una situazione che il sindacato segnala ormai da qualche mese: il 25 giugno scorso avevamo chiesto un intervento urgente, al quale, tre giorni dopo, ha fatto seguito una risposta dell'amministrazione che, nell'aprile di quest'anno, aveva provveduto ad effettuare la derattizzazione in tutti i locali dell'Unep".

Il sindacato precisa che l'intervento non era stato risolutivo e la stessa amministrazione il 26 maggio aveva richiesto alla ditta incaricata di svolgere il servizio nuovamente e di provvedere nel più breve tempo possibile. Segnalato anche, nelle stanze del piano terra, uno sgradevole odore di muffa "che rende particolarmente difficile la permanenza dei lavoratori". “Chiediamo la chiusura provvisoria degli uffici interessati – conclude l’esponente della Uil – poiché non è possibile assicurare un servizio regolare né tantomeno adeguate condizioni igienico – sanitarie sia per i dipendenti che per gli utenti”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Che mondo perso! Bisogna leggere anche un articolo per una mancata derattizzazione....

  • Diamo l'ergastolo a sti topi. Sicuro ca su clandestini

  • Avatar anonimo di Dario
    Dario

    Cosa non si fa perrispamiare due soldi... il problema e che poi, come un questo caso a rimetterci sono più o soldi dello stato pagando le spese sanitarie per chi sta male e ovviamente le persone con la salute e la possibilità concreta che qualche capo licenzi, quando chi se ne dovrebbe occupare di certe strutture esempio un comune o una provincia se ne frega, perché tanto non è di competenza del comune la spesa sanitaria no? Questi sono i mali di una civiltà amministrata da una repubblica, con questo non voglio dire che una monarchia sia migliore, ma voglio solo dire che, dato ci sono questi punti di vista con le leggi si potrebbe fare in modo che nessun comune o provincia ragioni per convenienza sua, o meglio dire "non solo sua" ma per la convenienza di tutta l'Italia, perché se l'Italia se ne frega a piccoli gruppi o vista su un altro modo di vedere pezzi di terreno chiamato comuni e province allora non si chiama nazione Italiana ma regioni raggruppamento UR unioni regionali, come il punto di vista dell'europa dove all'interno ci sono stati uniti, ma questi stati sono dominati da leggi che un po tutti come meglio possono li sviano all'occorrenza o cercano di ottenerne benefici a rispetto di altri come se non fossero di un unica nazione, o come lo stesso du può dire delle nostre regioni quando non badano ai problemi di una nazione e ai soldi che si potrebbero spendere o problemi potrebbero causare negligenze o eccessivi risparmi ovunque perché la nostra nazione non ha previste leggi che regolano questo aspetto di questa nazione

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Università, crescono i servizi: sei nuove mense nelle residenze per studenti

  • Cronaca

    Marconi, lavori in succursale e doppi turni alla centrale: genitori infuriati

  • Cronaca

    Sperona due auto e due pattuglie dei vigili, 41enne sottoposto al Tso

  • Politica

    Ars, dal Movimento 5 Stelle 30 mila euro a onlus che aiuta i bimbi dell'Albergheria

I più letti della settimana

  • Aggredita mentre corre in Favorita: "Voleva trascinarmi tra i cespugli e violentarmi"

  • Morto il boss Salvatore Profeta, per lui alla Guadagna si fermava perfino la Madonna

  • "Da Palermo a Ragusa in 20 minuti": treno superveloce, il primo progetto è in Sicilia

  • Donna muore per infarto a Villa Sofia, i familiari: "E' rimasta bloccata in ascensore"

  • Imbrattato il murales di Falcone e Borsellino alla Cala, spunta la scritta "Gay" con la vernice

  • Tragedia ad Acqua dei Corsari, tocca i fili elettrici e muore folgorato in casa

Torna su
PalermoToday è in caricamento