"Termini Imerese, no all'iniziativa del sindaco di intitolare strada ad Almirante"

La Cgil si oppone alla scelta del primo cittadino: "Stiamo parlando di colui che ha comandato squadre che davano la caccia ai partigiani e condiviso la vergogna delle leggi razziali"

Giorgio Almirante

La Cgil di Termini Imerese si oppone alla decisione di intitolare una strada ad Almirante. “Senza voler entrare nel merito di valutazioni sulle persone, riteniamo  politicamente e assolutamente inopportuna – dichiara il segretario generale della Cgil di Termini Imerese Ennio Li Greci - l'iniziativa del sindaco di Termini Imerese di intitolare una strada a Giorgio  Almirante, colui che ha fondato la Repubblica di Salò, ha comandato squadre che davano la caccia ai partigiani e condiviso la vergogna delle leggi razziali. In una città come Termini Imerese,  che ha dato i natali a molti partigiani di sicura fede democratica, e che ha intitolato strade a personaggi come Moro, Berlinguer, Mattarella, Pertini, Li Puma stona questa iniziativa, è del tutto fuori dal contesto. Riteniamo che il sindaco debba prendere la decisione di  revocare la delibera della commissione toponomastica”.  Oggi pomeriggio a Termini si è svolta una riunione di Auser, Anpi  e altre associazioni  per prendere posizione comune con un documento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento