Termini Imerese, la rabbia dei lavoratori dell'indotto ex Fiat: "Noi senza ammortizzatori sociali"

In piazza i dipendenti della Manital SSA servizi e della Bienne sud. Roberto Mastrosimone, segretario generale Fiom Sicilia: "Servono tutele e misure di sostegno al reddito"

Sono tornati a protestare i lavoratori dell’indotto ex Fiat di Termini Imerese. I dipendenti della Manital SSA servizi e della Bienne sud sono scesi in piazza perché, pur facendo parte dell’area di crisi complessa di Termini, sono rimasti fuori dagli ammortizzatori sociali. "La manifestazione ha ad oggetto oltre alla tutela degli ammortizzatori sociali, le prospettive lavorative e di sostegno al reddito", spiega Roberto Mastrosimone, segretario generale Fiom Sicilia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

Torna su
PalermoToday è in caricamento