Giù dalla finestra del Cannizzaro, stabili le condizioni del giovane

Secondo i medici "è un buon segno". Dopo una settimana ancora il ragazzo respira grazie ai macchinari perché lo stato dei suoi polmoni è ancora molto grave, ma risponde alle domande con i movimenti della testa