Giù dalla finestra del Cannizzaro, stabili le condizioni del giovane

Secondo i medici "è un buon segno". Dopo una settimana ancora il ragazzo respira grazie ai macchinari perché lo stato dei suoi polmoni è ancora molto grave, ma risponde alle domande con i movimenti della testa

E’ passata una settimana dalla tragedia e le condizioni del quattordicenne volato giù dalla finestra del liceo Cannizzaro in via Arimondi rimangono stabili. “Anche questo è un buon segno”, spiegano i medici che si stanno prendendo cura del ragazzo all’ospedale Villa Sofia. Il giovane respira grazie a degli appositi macchinari perché le condizioni dei suoi polmoni sono ancora molto gravi. In ospedale si attende che “madre natura faccia il suo corso” e che pian piano gli organi che garantiscono la respirazione possano riprendere a funzionare autonomamente.

La buona notizia è che sotto sollecitazione dei medici il ragazzo risponde positivamente riuscendo ad instaurare un dialogo seppure elementare attraverso il movimento del viso o della testa. Solo quando il paziente si sarà ripreso totalmente e sarà in grado di dialogare sarà possibile fare chiarezza sulle dinamiche della caduta dalla finestra della scuola che secondo la madre non sono da attribuire ad un tentato suicidio ma ad un incidente.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • life

      La differenziata si fa anche tra gli ombrelloni: riparte il servizio in spiaggia a Mondello

    • Cronaca

      Il Concerto di Radio Italia cambia la viabilità: Foro Italico chiuso al traffico

    • Cronaca

      Villabate, non si ferma al posto di blocco e investe un poliziotto: arrestato

    • Cronaca

      Carini, le ruspe tornano in azione: dopo 40 anni demolito un ecomostro  

    I più letti della settimana

    • L'idea rivoluzionaria del Bar Garibaldi: "Prendi un cocktail, ti regaliamo una canna"

    • Morto dopo l'impatto con una volante, poliziotto indagato per omicidio stradale

    • "Siamo brutti e cattivi, non abbiamo diritti... revocatemi la cittadinanza": lo sfogo di Lucia Riina

    • Rubano 84 creme solari al supermercato, arrestati tre palermitani

    • Incidente in viale Regione, supera la ringhiera e viene travolto dal tram

    • Trabia, accoltellato dalla moglie dopo una lite: è gravissimo

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento