Tenta il suicidio aprendo il gas Villagrazia di Carini, scoppio in casa

I carabinieri sono entrati nell'appartamento in fiamme. Salvata una donna di 39 anni è adesso ricoverata a Villa Sofia con fratture alle gambe e alle braccia, ustioni, escoriazioni e contusioni varie ma non è in pericolo di vita

Redazione 8 marzo 2012

Notte di paura a Villagrazia di Carini. Una donna tenta il suicidio aprendo il gas delle sue bombole nella sua villetta innescando un’esplosione. I residenti hanno immediatamente allertato i carabinieri che sono giunti sul posto e hanno salvato la vita alla donna trovata sepolta dalle macerie nella sua casa in fiamme.

A compiere il disperato gesto è stata L.T., 39 anni, separata, casalinga, unica occupante dell'alloggio. La pattuglia dell'aliquota radiomobile della compagnia carabinieri di Carini, immediatamente intervenuti sul posto, dopo essere entrati nell'appartamento in fiamme, hanno estratto in salvo la donna. Contestualmente, l'operatore della centrale operativa che nel frattempo coordinava la delicata azione, ha richiesto l'intervento di vigili del fuoco di Palermo che giunti sul posto, hanno domato le fiamme che nel frattempo incendiavano l'appartamento.

Annuncio promozionale

La donna è stata anch'essa tempestivamente soccorsa, da personale sanitario del 118 fatto intervenire a mezzo ambulanza, che l'ha trasportata presso l'ospedale Villa Sofia, dove è stata ricoverata per essere sottoposta alle cure del caso. La stessa, ha riportato fratture all'arto inferiore destro ed al polso destro, ustioni, escoriazioni e contusioni varie, e non versa in pericolo di vita. Sono in corso indagini dei carabinieri e vigili del fuoco al fine di accertare e ricostruire l'esatta dinamica dei fatti.

 

Carini
tentato suicidio

Commenti