Obiettivo centrato per 7 anni di fila: anche nel 2019 bilancio in attivo per il Teatro Massimo

È in crescita il numero degli spettatori, che toccano quota 150.000, con una percentuale di occupazione delle sale che supera l’82%. Ccresce il dato relativo alle visite guidate, con un incremento di 60.823 euro rispetto al 2018 e un incasso di 827.317 euro (+ 8%)

Il Consiglio d’indirizzo della Fondazione Teatro Massimo, col parere positivo del collegio dei revisori dei conti da pochi mesi ricostituito, ha approvato lunedì all’unanimità il bilancio consuntivo 2019 della Fondazione, chiuso per il settimo anno consecutivo in attivo, con un utile netto di 110.977 euro e un valore totale della produzione che ammonta a 32.513.997 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Fondazione oggi può contare su un consolidamento definitivo della situazione economico finanziaria, su un incremento progressivamente costante negli anni dei ricavi propri, e sull’ingresso di nuovi partner privati che intervengono a sostenere progetti specifici di elevato valore sociale.
 
Per il presidente della Fondazione Teatro Massimo, Leoluca Orlando: “La Fondazione si conferma, pur in tempo di pandemia, con significative innovazioni, alta qualità artistica, dimensione e credibilità internazionale, il suo radicamento nella vita della città. Grazie all’impegno e alla collaborazione dei lavoratori e degli operatori tutti, tali positività trovano fondamento, origine e messa in sicurezza nell’equilibrio finanziario attestato dai propri bilanci”.
 
Il sovrintendente Francesco Giambrone esprime particolare soddisfazione per questo risultato: “Il bilancio 2019 appena approvato conferma lo stato di salute della Fondazione ed è frutto del monitoraggio attento dei costi e dell’incremento progressivo dei ricavi.  Anche nel corso del 2019 la Fondazione ha saputo valorizzare gli effetti positivi, derivanti a Palermo dall’essere stata 'Capitale italiana della Cultura' e al contempo sede di 'Manifesta', la biennale d’Arte contemporanea. Questi riconoscimenti per la città hanno favorito un incremento del numero di spettatori e visitatori, ottenuto soprattutto attraverso la capacità della Fondazione di intercettare i cresciuti flussi turistici ma anche attraverso la qualità dell’attività programmata nel corso dell’intero anno. Questa solidità, questo equilibrio consolidato dei conti ci consente oggi di affrontare in una condizione di relativa stabilità la gravissima criticità legata alla pandemia da Covid19 e ci permette di tutelare i livelli occupazionali. Ma ci consente anche di progettare in questi giorni una ripartenza di qualità con un Festival aperto a collaborazioni internazionali. Tutto questo non sarebbe stato possibile in una situazione di incertezza di bilancio. Voglio sottolineare che i risultati raggiunti sono il frutto di un grande lavoro di squadra che ha visto coinvolti tutti i settori dell’amministrazione che hanno continuato a lavorare anche nel periodo di lockdown in modo da garantire l’approvazione nei previsti termini di legge del documento di bilancio. La capacità di operare un rigoroso controllo di gestione è sempre di più frutto di un cambiamento di cultura aziendale che fa sì che oggi sia profondamente cambiato l’approccio e l’attenzione di tutti nei confronti del bilancio”.
 
Rispetto allo scorso anno la variazione del totale dei ricavi delle vendite e delle prestazioni è di 572.242 euro con un incremento del 15% passando da 3.811.115 euro a 4.383.358 euro. Di questi, più di 433.000 euro provengono da contratti con istituzioni internazionali.
 
È in crescita il numero degli spettatori, che nel 2019 raggiungono i 150.000, con una percentuale di occupazione delle sale che supera l’82% così come cresce il dato relativo alle visite guidate, con un incremento nel 2019 di 60.823 euro rispetto al 2018, con un incasso di 827.317 euro (l’ 8% in più rispetto all’esercizio precedente).
 
È in crescita anche l’attrattività del Teatro nei confronti dei privati (tra il 2017 e il 2019 le risorse da privati sono aumentate da 106.000 euro a 343.667 euro, con un rilevante incremento pari al 224%), alcuni dei quali confermano ormai da anni il loro contributo e sono diventati partner “storici” dei progetti sociali avviati dalla Fondazione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento