C'è il via libera: a Palermo taser a tutte le forze dell'ordine entro l'estate

La questione è stata esaminata al Viminale: è arrivato l'ok del Comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica per le città con più di 100 mila abitanti. Salvini: "Strumento prezioso". Amnesty: "Non va usato contro persone vulnerabili"

Entro l'estate, anche a Palermo, taser per tutte le forze dell'ordine. Si torna a parlare della pistola elettrica usata come deterrente dalle polizie a livello internazionale: spazzati via tutti i dubbi, sarà tra le dotazioni standard delle forze di polizia. La questione è stata esaminata nei giorni scorsi al Viminale durante il Comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal ministro dell'Interno Matteo Salvini, a cui hanno partecipato i vertici nazionali delle forze di polizia e dell'intelligence.

Molto presto il taser diverrà dotazione standard per forze dell’ordine e polizia locale nei comuni con più di 100 mila abitanti. Tra cui appunto Palermo. "Uno strumento prezioso per le torze dell’ordine" ha scritto su Twitter il vicepremier del Carroccio. Taser anche per i vigili. Ma negli scorsi mesi il Consiglio comunale a Palermo aveva detto no, scatenando una vivace polemica con la Lega. Polemica che è destinata a tornare d'attualità.

Dal 5 settembre, data di inizio della sperimentazione, la pistola elettrica, data in dotazione alle polizie di 12 città (oltre Palermo si tratta di Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia, Brindisi, Genova), è stata utilizzata 60 volte: - 46 da personale della polizia; 11 da personale dell'Arma dei carabinieri; 3 da personale della guardia di finanza. In 47 casi gli interventi si sono risolti con la semplice estrazione dell'arma o con l'attivazione del "warning arc", mentre nei restanti 13 l persona in questione è stata colpita con i dardi.

Taser, la pistola elettrica è "più sicura" di altre armi

Da tempo si parla dell'eventualità di fornire il taser in dotazione alla forze dell'ordine. Quando venne emanata la prima circolare da parte della Direzione anticrimine, Amnesty aveva chiesto che, prima dell’introduzione di quest’arma, venisse effettuato uno studio sui rischi per la salute collegati al suo impiego e fosse garantita una formazione specifica: "Pur riconoscendo che il taser sia un’arma utile, più sicura di molte altre armi o tecniche utilizzate per bloccare individui pericolosi e aggressivi, in non pochi casi nei paesi in cui è già in uso risulta impiegata nei confronti di persone vulnerabili o che non rappresentano una minaccia seria e immediata per la vita o per la sicurezza degli altri".

Una sperimentazione analoga a quella italiana e svolta in Olanda nel 2017 ha rivelato come in circa la metà dei casi, le persone siano state colpite dalla taser quando erano già ammanettate, dentro un veicolo o una cella di polizia e in celle separate negli ospedali psichiatrici, in ogni caso senza che il loro comportamento costituisse una seria minaccia.

All'estero il taser si utilizza da anni. In Nord America in un paio di decenni il numero delle morti direttamente o indirettamente correlate a quest’arma ha superato il migliaio. Ciò che preoccupa organizzazioni come Amnesty è che il 90 per cento  delle vittime erano disarmate. Se su una persona sana, in perfetta salute e non alterata il taser non può avere conseguenze a lungo termine, diverso è il caso di soggetti con disturbi cardiaci o le cui funzioni, nel momento in cui erano stati colpiti, erano compromesse da alcool o droga o, ancora, che erano sotto sforzo, ad esempio al termine di una colluttazione o di una corsa.

Non c'è alcun dubbio invece nel sindacato Sap: "Il taser, strumento non letale, si è rivelato durante la sperimentazione molto utile ed efficace con soggetti esagitati o violenti; interventi risolti il più delle volte solo con l’esibizione della pistola elettrica che ha sortito come deterrente e che ha indotto i soggetti a desistere nel commettere reati di violenza o resistenza".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

  • Auchan, ruba 63 barattoli di pesto di pistacchio: arrestato

  • Incidente in corso dei Mille, scontro fra un'auto e uno scooter: morto un giovane

Torna su
PalermoToday è in caricamento