Cura della talassemia, tredicimila euro il ricavato di “piantiamo la ricerca”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Tredicimila euro da destinare alla ricerca e ai servizi per la cura della talassemia. E’ questo il bilancio finale di “Piantiamo la Ricerca”, l’evento promosso e organizzato dall’Associazione Piera Cutino e dall’Azienda Villa Sofia-Cervello, che lo scorso maggio, in nove piazze dei capoluoghi siciliani, ha dato la possibilità con una donazione di cinque euro di ricevere tre piantine messe a disposizione gratuitamente dalle strutture vivaistiche dell’Assessorato Agricoltura, Dipartimento Sviluppo Rurale e Territoriale della Regione Siciliana.

Il ricavato della raccolta, alla quale hanno contribuito i partner Enel e Chiesi Farmaceutici, servirà per migliorare la qualità di vita di tanti pazienti affetti da talassemia, malattia che nella sola Sicilia conta 2400 pazienti e 400 mila portatori sani. In particolare con i 13 mila euro l’Associazione Cutino ha attivato un contratto con il dr. Rosario Di Maggio, giovane medico del Campus di Ematologia del Cervello specializzato in trapianti per l’anemia falciforme, una forma particolarmente grave di anemia che attacca i globuli rossi. Inoltre l’Associazione coprirà i costi del servizio di accettazione del Campus di Ematologia, che permette al personale sanitario di dedicare più tempo alla cura dei pazienti affetti da talassemia e altre malattie rare.

“Avere raccolto una cifra così importante – afferma Sergio Mangano Direttore dell’Associazione Cutino - ci riempie di gioia perché ci permette di continuare il nostro impegno a favore dei pazienti talassemici in cura al Campus Cutino dell’Ospedale Cervello. Un obiettivo importante che abbiamo raggiunto soltanto grazie alla grande generosità dei siciliani e dei nostri partner. Enel, Chiesi Farmaceutici e Assessorato all’Agricoltura della Regione Siciliana. A tutti un grazie di cuore e alla prossima edizione”. 

Torna su
PalermoToday è in caricamento