Periferie contro il piano Amat, pronto un esposto per interruzione di pubblico servizio

A protestare sono, in particolare, i residenti nella zona di Borgo Molara, Baida, Boccadifalco che si dicono penalizzati dalla rimodulazione delle linee degli autobus decisa dall'azienda di trasporto pubblico

Foto archivio

Prosegue la mobilitazione dei cittadini contro la rimodulazione delle linee decisa dall'Amat. A protestare sono, in particolare, i residenti nella zona di Borgo Molara, Baida, Boccadifalco. Domani (alle 10, nella sede di viale Regione Siciliana 95) è in programma un Consiglio straordinario della IV circoscrizione ed è prevista la partecipazione dell'assessore alla Mobilità Giusto Catania e dei vertici dell'Amat. "Chiederemo con forza - dice il presidente della IV circoscrizione Silvio Moncada - l'immediato ripristino delle linee bus soppresse soprattutto nelle zone di Borgo Molara, Boccadifalco, Baida e Medaglie D'Oro".

Non è riuscito a placare gli animi neanche il recente provvedimento di ripristino della linea 364. Infatti, tale linea che collega Borgo Molara e via Aquino al parcheggio Basile attraverso Pagliarelli. "Ha prodotto una serie infinita di restrizioni alla viabilità di Molara - sottolinea Moncada - che hanno creato parecchio malumore sia ai commercianti che ai residenti della zona. Restano a piedi, peraltro, centinaia di studenti a causa della mancanza di collegamento con la parte alta di corso Calatafimi, prima assicurato dalla 906, adesso soppressa". 

Alcuni cittadini stanno predisponendo un esposto per "interruzione di pubblico servizio" e pensano anche di impugnare l'ordinanza di regolamentazione della viabilità di Borgo Molara. Durante il consiglio i cittadini consegneranno la petizione con oltre mille firme raccolte. "Rivendicheremo con determinazione all'assessore Catania e all'Amat - conclude Moncada - il diritto dei cittadini/contribuenti delle periferie, di avere garantito il servizio pubblico come avviene nel resto della città". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento