Suicidio nel carcere Pagliarelli, detenuto si toglie la vita dopo un trasferimento

A dare notizia della morte di un 37enne è Pino Apprendi, presidente dell'associazione Antigone Sicilia: “Mi chiedo se sono sufficienti le ore dedicate al supporto psicologico”

(foto archivio)

Ancora un suicidio in carcere. Un detenuto di 37 anni si è tolto la vita ieri all’interno dell’istituto penitenziario Pagliarelli ad appena un giorno dal trasferimento in un altro reparto. A darne notizia il presidente dell’associazione Antigone Sicilia, che si occupa dei diritti e delle garanzie nel sistema penale: "Non può essere un caso che gli ultimi tre suicidi, nel carcere palermitano, avvengono dopo il trasferimento da un reparto all’altro".

"E’ possibile - afferma l'ex deputato regionale - che ci sia un buco nel sistema penitenziario anche rispetto ai trasferimenti interni? Possibile che debbano rivedersi le procedure? Dobbiamo pensare ad un carcere che può riabilitare o ad una discarica sociale? La parola ‘Costituzione’ vale anche oltre il cancello di un carcere o la facciamo diventare zona ‘franca’? Mi chiedo - conclude - se sono sufficienti le ore che sono dedicate al supporto psicologico, agli educatori, agli assistenti sociali. A queste domande dovrebbe rispondere il ministro della Giustizia".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Poverini ci vorrebbe la saletta rossa per tirarli un po' su di morale alla faccia dei cittadini che pagano le tasse.

  • Chi commenta una notizia del genere screditando l'idea che la persona abbisognasse di supporto psicologico, perché il "delinquente" non si merita manco quello, è un miserabile morale. Inutile invitarvi alla vergogna: essendo moralmente marci non vi rendete conto dell' enormità del vostro punto di vista: la sub umanizzazione del "detenuto", del "delinquente", quasi che queste parole alludessero a proprietà genetiche di un individuo, ricorda una logica di stampo nazista. Ma non vi illudiate di essere migliori di queste persone (intendo, di tutti i detenuti) solo perché non avete commesso fatti o tenuto comportamenti che qualche regola qualifica come "reati".

    • Bravo! Purtroppo ci sono più leoni da tastiera che persone che sanno usare il cervello! Su internet tutti giudici tutti avvocati e tutti vigili urbani! Ogni caso è a se non è giusto generalizzare! Non capiscono che spesso la fame porta a far danni! Non ci sono solo assassini!

  • Il supporto psicologico alle vittime dei reati chi lo fornisce????....per strada fanno i gradassi ed i bulletti e poi in carcere si fanno prendere dalla depressione....mi dispiace, ma io non riesco a provare pietà per chi trascorre la propria esistenza ad arrecare danno e sofferenza......

  • supporto psicologico....educatori...cinema...donne...piscina...massaggi........se non li trattiamo bene magari ci ripensano e cambiano stile di vita, e magari quando tornano in libertà diventano gente perbene... ..meglio non rischiare nel sistema c'è bisogno dei detenuti

  • Avatar anonimo di Gianny
    Gianny

    Condoglianze riposa in pacè  

  • Supporto psicologico????? Ad un delinquente????? Ma per piacere va........ Pane duro e acqua di pozzo si meritano.

  • cani e porci.....tutti assieme,nessun riguardo di religione e usanze....questo porta a gesti critici...R.I.P.

  • sovraffollamento

  • Bisognerebbe indicare i reparti...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Orlando ci ripensa: "Niente sospensione della Ztl per il Black Friday"

  • Politica

    Palermo-Agrigento e passante, sindacati edili incontrano Toninelli: "A rischio 100 lavoratori"

  • Politica

    Luigi Di Maio sabato a Palermo: il vicepremier atteso anche a Corleone

  • Cronaca

    "Scaricò rifiuti pericolosi a rischio infettivo anche a Palermo": sequestrata la nave Aquarius

I più letti della settimana

  • Commercianti denunciano il pizzo, il pentito parla: 10 arresti per mafia a San Lorenzo

  • Fidanzati scomparsi da due giorni, il papà del ragazzo: "Li abbiamo trovati, stanno bene"

  • Si allontana da casa della nonna ad Altavilla: giovane scompare insieme alla sua ragazza

  • Il pestaggio di Giovanni Caruso, denunciato un trentenne: "E' lui l'aggressore"

  • Palermitano da record: "A 55 anni sono il bisnonno più giovane d'Italia"

  • Pentito telefona a Calí: "Tu numero uno degli sbirri, pronte due pistole per ucciderti"

Torna su
PalermoToday è in caricamento